Forlì-Cesena, nel 2010 recuperati dalla Finanza 159 milioni di euro

Forlì-Cesena, nel 2010 recuperati dalla Finanza 159 milioni di euro

Forlì-Cesena, nel 2010 recuperati dalla Finanza 159 milioni di euro

FORLI' - Sostegno alla ripresa economica, contrasto all'evasione e all'illegalità economica. E' questo il piano d'azione attuato nel 2010 dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Forlì-Cesena. Complessivamente sono stati recuperati ricavi non dichiarati per 92 milioni di euro; costi non deducibili in quanto in quanto indebitamente detratti per 47 milioni e 20 milioni di Iva recuperati. In tal ambito sono state denunciate 53 persone, prevalentemente per fatture false.

 

>LE IMMAGINI DELLA CONFERENZA STAMPA

 

Nel 2010 le Fiamme Gialle hanno intensificato i controlli nei confronti degli evasori totali (quelli sconosciuti al fisco) e paratotali (coloro che mascherano parzialmente il reddito). Del primo gruppo ne sono stati scovati 28, del secondo 13. Sono invece state 183 le verifiche fiscali finalizzate ad accertare la capacità contributiva di imprese e persone, mentre i controlli con il fine di accertare la corretta tenuta della contabilità ed il rispetto degli obblighi fiscali sono stati 560.

 

Nella lente di ingrandimento della Finanza sono finite anche le truffe. Nello specifico sono stati effettuati 90 controlli nei confronti di chi aveva richiesto agevolazioni per affitti, mensa scolastica, libri di testo e rette d'asilo. Sono 40 le denunce a piede libero per indebita percezione di erogazioni ai danni di enti pubblici, per falsità in atti e truffa aggravata ai danni di ente pubblico. Sono stati invece ben 4mila i controlli nelle attività commerciali sul rilascio degli scontrini e ricevute fiscali.

 

Sono state 857 le irregolarità riscontrate, pari al 23%. Per i commercianti che hanno accumulato 4 verbali per la mancata emissione nell'arco di cinque anni la Finanza ha inoltrato 25 proposte di chiusura. I controlli si sono focalizzati anche nel settore dell'accise e monopoli. Sono state 20 le violazioni amministrative riscontrate, mentre 16 i chilogrammi di tabacchi lavorati all'estero sequestrati poiché detenuti senza la prescritta autorizzazione. Dieci le denunce a piede libero.

 

Nell'ambito dei controlli finalizzati a contrastare il fenomeno della contraffazione e pirateria, concentrati prevalentemente nel periodo estivo in Riviera, sono stati sequestrati più di 2.300 articoli tra capi d'abbigliamento, oggetti di pelletteria, bigiotteria e materiale elettrico; 374  tra dvd, compact disk e supporti magnetici. Sono 19 invece le persone denunciate a piede libero. Le attenzioni del Corpo si sono focalizzate anche nella lotta allo spaccio di droga.

 

Nel 2010 sono stati sequestrati 1200 grammi tra hashish, marijuana, cocaina ed altri stupefacenti. Sono quattro gli individui arresti, tre quelli denunciati a piede libero e 29 segnalati al Prefetto. Nell'ambito dell'attività del controllo del territorio, la Finanza ha impiegato nella provincia di Forlì-Cesena 1460 pattuglie. Sono state 469 le richieste d'intervento al 117, 139 delle quali di interesse operativo.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fissati gli obiettivi del 2011: consolidare la lotta all'evasione fiscale, alle truffe sui finanziamenti pubblici e rafforzamento dell'attività di prevenzione e repressione della criminalità economico-finanziaria e del traffici illeciti. I controlli si concentreranno in particolar modo sulle imprese: con la congettura, sottolineano le Fiamme Gialle, quelle in difficoltà potrebbero cercare qualche espediente per restare saldo nel mercato. Tra le tecniche più collaudate quelle delle frodi carosello.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -