Forlì-Cesena, popolazione in crescita grazie agli stranieri

Forlì-Cesena, popolazione in crescita grazie agli stranieri

Forlì-Cesena, popolazione in crescita grazie agli stranieri

FORLI'-CESENA - Secondo le elaborazioni di "Demografia On line", il database della popolazione che fornisce dati annuali dal 1995 (www.fc.camcom.it/studiestatistica), al 30 giugno 2010 risultano residenti in provincia 393.881 persone, con un incremento di 1.552 unità rispetto all'inizio dell'anno, pari al 4 per mille. Si conferma la battuta d'arresto nel trend di aumento del tasso di crescita: nei primi sei mesi del 2009, infatti,  l'incremento era stato di 2.020 unità, pari al 5,2 per mille.


La crescita provinciale è stata determinata, come di consueto, dall'afflusso di popolazione dall'esterno: il saldo totale positivo di 1.552 unità è infatti il risultato di un saldo migratorio di +1.797 unità e di un saldo naturale negativo pari a -245. Il saldo naturale negativo è stato determinato da 1.771 nati a fronte di 2.016 morti. L'attrattività del nostro territorio nei confronti dell'estero si conferma anche nel periodo preso in considerazione: gli immigrati provenienti dall'estero sono 1917 a fronte di 256 emigrati.


Esaminando la situazione nei due comprensori di Forlì e Cesena, si osserva una situazione nettamente più dinamica nel secondo rispetto al primo. Nel semestre preso in esame si è registrato un notevole divaricamento nel differenziale di crescita: nel primo semestre del 2010, infatti, la popolazione del comprensorio cesenate è cresciuta del 5 per mille, mentre nel comprensorio di Forlì la crescita è stata solo del 2,8 per mille. Nel primo semestre del 2009, invece, la crescita dei due comprensori era stata molto più equilibrata, con un tasso del 5,3 per mille nel comprensorio di Cesena e del 5,1 in quello di Forlì. Inoltre, a fine giugno 2010 il saldo totale del comprensorio di Forlì è notevolmente minore di quello di Cesena: rispettivamente +520 e +1.032. Con una netta inversione di tendenza rispetto a quanto verificatosi l'anno scorso, si registra anche un saldo migratorio maggiore nel comprensorio cesenate: +1.103 a fronte di +694. Si conferma infine, rispetto agli anni precedenti, un saldo naturale meno negativo nel comprensorio cesenate (-71 a fronte di -174).


Il comprensorio di Cesena, con 206.613 abitanti, è più popoloso di quello di Forlì, in cui risiedono 187.268 abitanti. La situazione è opposta per quanto riguarda i due Comuni capoluogo: Forlì presenta una popolazione di 117.926 abitanti a fronte dei 96.656 di Cesena. A differenza del primo semestre dell'anno precedente, nei primi sei mesi del 2010 il Comune di Forlì appare però meno dinamico di quello di Cesena, sotto il profilo della crescita demografica, con un incremento pari al 3,2 per mille a fronte del 5 per mille del Comune di Cesena.


Per quanto riguarda le zone altimetriche, la pianura (+4,2 per mille) continua a crescere più della collina (+3,4 per mille). Dopo la diminuzione del primo semestre 2009, torna a crescere anche la montagna (1,6 per mille).


Esaminando il territorio provinciale per vallata, si nota una tendenza pressoché uniforme alla crescita, con la sola eccezione della valle del Montone (-1,2 per mille). La crescita di gran lunga maggiore si verifica nelle vallate del cesenate, in particolare la valle dell'Uso-Rubicone (+8,5 per mille), seguita dalla valle del Savio (+5,1 per mille), del basso Rubicone (+5 per mille) e del Rabbi (+4 per mille). Crescite molto più limitate si registrano invece nella valle del Bidente (+1,1) e del Tramazzo (+0,3). Infine, possiamo osservare che anche nelle vallate si verifica un saldo naturale negativo, ad eccezione di quelle dell'Uso-Rubicone e del basso Rubicone, mentre il saldo migratorio è sempre positivo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -