Forlì-Cesena, Provincia premiata per la formazione online dei cittadini stranieri

Forlì-Cesena, Provincia premiata per la formazione online dei cittadini stranieri

Forlì-Cesena, Provincia premiata per la formazione online dei cittadini stranieri

FORLI' - Il servizio Formazione professionale della Provincia di Forlì-Cesena si è aggiudicato un riconoscimento nell'ambito della settima edizione del premio "P.A. Aperta", organizzato dalla fondazione Asphi con il contributo di Forum P.A, rivolto alle pubbliche amministrazioni e finalizzato a valorizzare le esperienze di eccellenza dell'inclusione sociale. Il 2010 è l'anno europeo della lotta all'esclusione sociale

 

la Provincia ha partecipato alla selezione segnalando i progetti che negli ultimi anni si sono qualificati per innovatività, utilizzo delle nuove tecnologie e positività nei risultati conseguiti.

 

In particolare la menzione è andata al progetto "Iride - formazione online per cittadini stranieri", finanziato con il Fondo sociale europeo Ob. 3 e affidato con un appalto del 2005 al raggruppamento composto da ENAIP, Irecoop, Enfap, IAL ER e, in qualità di società sub-appaltatrici, da Tinfo di Forlì,  dalla cooperativa Spazi Mediani e dalla società di promozione Menabò. Il premio alla Provincia di Forlì-Cesena verrà consegnato venerdì 26 novembre a Bologna, nell'ambito di "HANDImatica", mostra convegno nazionale sulle tecnologie informatiche e telematiche.

 

Il progetto era risultato già vincitore  nel mese di giugno 2010 del concorso "Premi speciali E-Inclusion", promosso dalla Regione Emilia-Romagna. In particolare, l'attività ha garantito ai  cittadini stranieri, online attraverso il proprio PC o di quelli messi a disposizione dagli enti di formazione aderenti al progetto, di quattro corsi di formazione professionale per un complessivo di 7200 ore su questi argomenti: 1) sicurezza sul lavoro, incentrato sui maggiori rischi nel settore edile, metalmeccanico, agricolo e della ristorazione; 2) orientamento al lavoro e ai servizi, in lingua italiana, araba, cinese, slava, rumena, inglese, francese, incentrato sulla società italiana, sul mondo del lavoro, sulle principali forme contrattuali e sui servizi territoriali ai quali cui rivolgersi; 3) lingua italiana a livello elementare con lezioni di grammatica semplice ed esercizi di scrittura, lettura e ascolto; 4) informatica, finalizzato ad impartire i principali concetti di base del computer e insegnare ad usare i programmi più comuni.

 

Presso ciascun ente hanno operato uno o due tutor. I tutor sono stati formati per conoscere la piattaforma informatica, per controllare la frequenza e verificare il superamento dei test. Il sistema informativo adottato ha consentito di registrare tutto il percorso formativo del discente e della classe virtuale e il docente/tutor conosceva in ogni momento lo stato di apprendimento dell'allievo.  A fine del progetto, dicembre 2007, le didattiche prodotte, di proprietà della Provincia, sono state condivise con il Network SELF della Regione Emilia-Romagna, per complessivi 18 corsi su tre diverse aree (informatica, sicurezza, utenti stranieri).

 

Commenta a riguardo l'assessore alla Formazione e Politiche del lavoro Denis Merloni: "E' un ulteriore e importante risultato raggiunto, nella consapevolezza che l'ulteriore premiazione del progetto Iride rappresenta anche un riconoscimento alla qualità dell'intero sistema provinciale della formazione professionale".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -