Forlì-Cesena, provinciali. Gagliardi (Pdl): "Card turistica per la Romagna"

Forlì-Cesena, provinciali. Gagliardi (Pdl): "Card turistica per la Romagna"

FORLI ' -  "Anche le Romagna , al pari delle altre realtà europee più avanzate, si deve dotare di una card turistica-culturale che dia diritto a varie agevolazioni a livello di accesso alle attrattive turistiche non soltanto di una città ma delle principali realtà dell'area vasta, quindi Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini. E l'occasione, utile non soltanto a cittadini e turisti, ma anche propizia all'intero sistema del nostro territorio, dimostrerebbe nella pratica che la cosiddetta messa in rete dei beni e dei servizi pubblici si traduce anche in concreti vantaggi per tutti noi".

E' questa l'idea lanciata oggi da Stefano Gagliardi, candidato PdL alla presidenza della Provincia di Forlì-Cesena, nel corso di una trasmissione televisiva elettorale andata in onda su Teleromagna.

"L'idea - spiega l'attuale capogruppo del Pdl di Forlì-Cesena - è nata dal continuo ascolto dei candidati del centrodestra del nostro territorio con i quali mi sono confrontato in questi giorni. Ed è sorprendente constatare come la proposta, semplice quanto rivoluzionaria, non sia mai stata presa in considerazione finora dagli amministratori di centrosinistra che della messa in rete del sistema bibliotecario e museale si riempiono la bocca".

Gagliardi presenta la proposta della card turistica-culturale come "un'occasione favorevole a promuovere il futuro di una provincia che sia capace anche di guardare all'Europa con nuovo slancio e nuove idee. Più concretamente l'idea è quella di attivare fra le varie località a vocazione turistica della Romagna una card che possa mettere in rete tutte le eccellenze del territorio dal punto di vista turistico, culturale, religioso, paesaggistico ed enogastronomico".

"L'importanza di questa iniziativa è resa ancora più evidente dalla mancanza di un contrinuo collegamento fra le mostre e le tante iniziative che si svolgono a Ravenna , Cesena e Forlì. Per non parlare dell'importanza della speciale integrazione che potrebbe avere la card turistica-culturale nelle vallate coinvolgendo anche i milioni di turisti che giungono nella riviera romagnola": conclude Stefano Gagliardi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -