Forlì-Cesena, siglato accordo tra coop sociali e sindacati

Forlì-Cesena, siglato accordo tra coop sociali e sindacati

Le Centrali cooperative AGCI, Confcooperative e Legacoop e le Organizzazioni sindacali hanno firmato il contratto territoriale delle cooperative sociali di Forlì-Cesena, che riguarda oltre tremila soci e dipendenti impiegati in un centinaio di imprese provinciali. L'accordo prevede 260 euro lordi una tantum a copertura del biennio 2005-2006 e l'istituzione dell'indennità sul lavoro festivo e/o domenicale. Rivista inoltre l'indennità giornaliera per attività di soggiorno.


Essa verrà attribuita agli operatori che svolgono attività temporanee al di fuori del territorio provinciale, e sono state aumentate le indennità chilometriche per l'utilizzo del mezzo proprio per esigenze di servizio.


Nel contratto è inserito anche un “premio di produzione” (il cosiddetto elemento retributivo territoriale - ERT) che verrà pagato a luglio 2008 e a luglio 2009 e che sarà calcolato sull'andamento del settore, accertato dalle parti contraenti. Allo stesso tempo si è proceduto all'aggiornamento delle tabelle relative al costo orario, che vengono utilizzate come riferimento per le gare d'appalto ed erano ferme al 2005.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Le centrali cooperative – affermano Guglielmo Russo di Legacoop, Giancarlo Turchi di Confcooperative e Laura Pondini di AGCI - esprimono piena soddisfazione per la chiusura della trattativa, nonostante il periodo di difficoltà che sta attraversando il settore. Auspichiamo che questo sia un punto di partenza per ricostruire un rapporto a 360 gradi con le Organizzazioni sindacali, viste le sfide e gli impegni che attendono la cooperazione sociale nel prossimo futuro e la necessità di un giusto riconoscimento del lavoro svolto dagli operatori».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -