Forlì-Cesena, studio sui bilanci delle Spa: la grandi imprese tengono quote di mercato

Forlì-Cesena, studio sui bilanci delle Spa: la grandi imprese tengono quote di mercato

Forlì-Cesena, studio sui bilanci delle Spa: la grandi imprese tengono quote di mercato

FORLI' - La Camera di Commercio di Forlì-Cesena ha presentato il quarto rapporto sui bilanci delle società di capitale della nostra provincia. emerge un generale, effettivo calo del fatturato, ma in misura minore rispetto alla media regionale, aspetto questo che presuppone anche un mantenimento di quote di mercato. Si evidenzia tuttavia una penalizzazione nei confronti delle società di capitale con fatturato inferiore a 5 milioni di euro.

 

L'incontro,che si è svolto mercoledì ella sede della Camera di Commercio, a Forlì è stata l'occasione per approfondire i risultati emersi dallo studio e, partendo dall'analisi - in maniera comparata con i dati regionali - delle performance economiche, patrimoniali e finanziarie delle società di capitale della provincia, offrire elementi alle imprese per verificare il proprio posizionamento, suggerendo spunti interpretativi utili alla governance.

 

Dopo le edizioni 2004, 2006 e 2008, esce questa quarta pubblicazione che prende in esame i 3.600 bilanci depositati dalle società di capitale (incluse le società cooperative), con riferimento all'arco temporale 2007-2009, consentendo quindi una verifica su come le realtà aziendali della nostra provincia hanno reagito di fronte all'attuale, negativa, congiuntura economica.

I risultati del rapporto, proprio perché basati sui bilanci delle società di capitale attive, che hanno depositato i bilanci in tutti i tre anni di riferimento - società quindi che hanno mantenuto posizione nonostante la crisi -, dimostrano come, nonostante il difficile momento, esistono sul territorio situazioni che possono costituire un'interessante opportunità per gli investitori di capitale. Un esame e un approfondimento specifico possono, in tale contesto, essere utili anche per indirizzare eventuali scelte politiche del territorio.

 

In apertura l'intervento di Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio di Forlì-Cesena; di seguito le relazioni di Guido Caselli, Responsabile Centro Studi di Unioncamere Emilia-Romagna, su "Esame dello scenario economico congiunturale attraverso la lettura dei principali indicatori"; di Claudio Orsini, Partner Arcadia Consulting.

 

"Questo Rapporto - dichiara Alberto Zambianchi - costituisce un efficace strumento di osservazione del tessuto economico locale e una base informativa preziosa sulle dinamiche territoriali, tanto più rilevante, considerato il delicato momento che attraversa l'economia, caratterizzata da una delle più pesanti recessioni degli ultimi 50 anni. E' evidente quindi l'importanza di ogni elemento interpretativo in grado di consentire scelte ponderate degli Enti che devono impostare iniziative e politiche di reale supporto alle esigenze dei diversi comparti economici."

 

"Dall'analisi dei bilanci - sostiene Claudio Orsini - emerge un generale, effettivo calo del fatturato, ma in misura minore rispetto alla media regionale, aspetto questo che presuppone anche un mantenimento di quote di mercato. Si evidenzia tuttavia una penalizzazione, sia in termini di fatturato che di indebitamento finanziario, nei confronti delle società di capitale con fatturato inferiore a 5 milioni di euro. Sottolineerei inoltre, che l'alto livello di indebitamento - che significa poco capitale apportato dai soci e molto capitale preso a prestito - è un problema strutturale emerso anche nel precedente rapporto, problema che è necessario risolvere per dare più stabilità e meno rischiosità finanziaria alle imprese. Infine focalizzerei l'attenzione sul fatto che i settori "High Technology" di scarso peso in termini di fatturato, attualmente nell'economia provinciale hanno però elevati rendimenti sul capitale investito, superiori alle medie regionali."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -