Forlì-Cesena, torna "Un pozzo di scienza"

Forlì-Cesena, torna "Un pozzo di scienza"

FORLI' - E' al via la tappa di Forlì-Cesena di "Un Pozzo di Scienza", il progetto che il Gruppo Hera, in collaborazione con la Fondazione Marino Golinelli, promuove per avvicinare i giovani ai temi scientifici di maggiore attualità, in particolare a quelli legati all'ambiente: clima, riscaldamento globale, biodiversità, conservazione delle risorse idriche, energie alternative.

 

Il progetto, giunto alla sua quarta edizione, è ormai diventato parte integrante dei programmi didattici degli Istituti Superiori che si trovano nel territorio servito da Hera.

 

L'iniziativa, partita il 3 febbraio a Modena, si concluderà il 27 febbraio a Rimini e vede quest'anno il coinvolgimento di una trentina di scuole, per un totale di oltre 8.000 studenti coinvolti in 130 laboratori didattici, 43 incontri scientifici, 2 mostre divulgative itineranti, svolte in 9 tappe distribuite su 6 province emiliano-romagnole.

 

Da lunedì 15 febbraio a Forlì e Cesena avrà inizio due giorni di incontri scientifici, dibattiti e lezioni tenute da ricercatori ed esperti di fama internazionale.
Alle due giornate ‘scientifiche' parteciperanno circa 1200 studenti delle scuole superiori.

 

Quest'anno il programma proposto prende lo spunto dalla ricerca ‘Giovani e Ambiente', svolta da Hera in collaborazione con Observa - Science in Society (uno dei centri più accreditati a livello europeo per lo studio dei rapporti tra scienza e società) tramite questionario fra dicembre 2009 e gennaio 2010, che ha coinvolto oltre un migliaio di studenti delle scuole superiori della nostra regione

Oltre il 30% dei giovani intervistati considera infatti come il più rilevante il problema del degrado ambientale e solo il 23% quello della crisi economica, mentre  ben il 58% è convinto che alla salute nuoccia soprattutto l'inquinamento prodotto dal traffico rispetto ad altre fonti. Hanno molta fiducia negli scienziati (89%) e nei tecnici delle società ambientali (65%), poca nei politici (11,2%) e negli imprenditori (7,5%).

In generale comunque le nuove generazioni si mostrano molto documentate e consapevoli, circa il 60% dei giovani intervistati si considera abbastanza sensibile ai problemi ambientali e un altro 10% addirittura molto sensibile, ma il dato più significativo è che l'80% vorrebbe saperne di più sull'ambiente.

Proprio i risultati della ricerca sono stati un valido spunto per introdurre alcuni temi dell'edizione 2010, che avrà al centro gli esiti della conferenza di Copenhagen sull'emergenza climatica; argomento al quale si collegano molte delle attività interattive e di laboratorio che rappresentano la principale novità.

 

<<Un Pozzo di Scienza - afferma Franco Fogacci, Direttore della Struttura Operativa Hera di Forlì-Cesena - è il fiore all'occhiello dell'offerta didattica che da anni l'azienda mette a disposizione delle scuole di Forlì, Cesena e Provincia. Il futuro dipende fortemente dai giovani di oggi, quindi il nostro impegno è massimo per offrire loro opportunità di crescita e conoscenza, nel rispetto del mondo in cui viviamo>>.

 

Il programma degli incontri a Forlì e Cesena

"Un pozzo di Scienza" è anche laboratori, mostre: un'offerta di alta qualità per dare impulso a una nuova cultura della conoscenza.

 

I primi incontri di lunedì 15 febbraio avranno luogo al Liceo Scientifico Paulucci di Calboli di Forlì, dove alle ore 8.00 si parlerà di ''Bussole per orientarsi tra profezie e previsioni sul clima' con Silvio Gualdi dell'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia dell'Università di Bologna. In contemporanea, all'ITC Matteucci di Forlì lezione animata su ‘'Robotica, ambiente ed etica''.
In seguito, alle 11.00 al Liceo Paulucci di Calboli, Marco Taviani dell'Istituto di Scienze marine del CNR di Bologna tratterà di ‘'Cambiamenti climatici: interpretare gli archivi naturali del passato per ottenere risposte utili a comprendere il futuro''.

Mercoledì 17 febbraio, alle ore 9.00 all'ITC Serra di Cesena con Fabrizio Passarini del Dipartimento di Chimica industriale e dei Materiali dell'Università di Bologna si parlerà del ‘Viaggio nel mondo dei rifiuti tra problemi e opportunità'.
Sempre alle 9.00 all'ITG Alberti di Forlì lezione animata sul tema ‘'La scienza di tutti'' a cura di FormaScienza.

Alle 11.00 al Liceo Paulucci di Calboli si parlerà di nuovo di rifiuti, più nello specifico del ‘'Ciclo di vita dei rifiuti: luci e ombre'' con Ivano Vassura del Dipartimento di Chimica industriale e dei materiali dell'Università di Bologna e Stefano Amaducci, responsabile innovazione e sviluppo servizi ambientali del Gruppo Hera.
In contemporanea all'ITC Serra di Cesena il tema trattato sarà ‘'2010, odissea nella biodiversità'' con il vicepresidente del WWF Emilia-Romagna Marco Galaverni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -