Forlì-Cesena, una lettrice attacca Bulbi: "arroganza negli uffici dell'Atr"

Forlì-Cesena, una lettrice attacca Bulbi: "arroganza negli uffici dell'Atr"

CESENA - Durante la conferenza stampa per il lancio della sua ricandidatura, piove una polemica poco piacevole sul presidente della Provincia di Forlì-Cesena, Massimo Bulbi, accusato di aver in qualche modo abusato del proprio ruolo durante il ritiro dell'abbonamento del trasporto pubblico del proprio figlio.

 

La denuncia arriva da una lettrice, Maria Sbrighi, di cui riportiamo di seguito la lettera inviata in redazione.

 

"Lei non sa chi sono io". Non è con questa frase che si è presentato. Però, quando questo signore è entrato in biglietteria a Cesena dove noi genitori eravamo in fila già da un po' aspettando il nostro turno, lì per lì ho pensato che meno male che i nostri politici scendono ogni tanto al livello di noi comuni mortali e fanno la fila come noi per gli abbonamenti dei figli. 

 

Ma poi il nostro presidente della provincia, sig. Massimo Bulbi, ha scoperto che il suo abbonamento non era lì,e la sua reazione è stata quella di rispondere con arroganza che telefonava a Guerrini (direttore di Atr Forlì-Cesena, ndr).

 

 Io sono solo una semplice casalinga e non sapevo chi è questo Guerrini, mi sono informata e ho scoperto che il signor Guerrini è il direttore dell'atr. E il signor Bulbi ha avuto anche la bontà di fare presente che lo scorso anno il suo abbonamento era arrivato in provincia, quindi senza fare le file allo sportello che aspettano noi comuni mortali.

 

Ma il signor Bulbi lo sa che occupa quel posto perché i comuni mortali glielo hanno messo? Oppure pensa che sia solo merito suo? Alle prossime elezioni mi ricorderò di questo episodio. E poi volevo sapere il numero di telefono del signor Guerrini, così il prossimo anno mi faccio mandare l'abbonamento a casa anche io.

 

Immediata la replica di Bulbi, che ha chiarito in primo luogo il fatto che è "priva di fondamento l'affermazione per cui lo scorso anno l'abbonamento mi è stato portato in Provincia" e ha rimarcato il fatto che il proprio disappunto era dovuto "al fatto che mi sembrava impensabile che la sede di Cesena di Atr non fosse in grado di dialogare per via informatica con quella di Forlì, dove lo scorso anno ho acquistato l'abbonamento".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riguarda alla telefonata a Guerrini, Bulbi ammette di aver poi sentito il direttore di Atr "ma solo per segnalargli due cose che non approvo: l'accordo commerciale fatto con McDonald's e la difficoltà di far interagire tra loro le due sedi di Atr a Forlì e a Cesena". 

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di loredana
    loredana

    credo che anche i politici ogni tanto possano essere dalla parte della ragione ,mi pare che la signora sia un po troppo dall'altra di parte.

  • Avatar anonimo di Ordelaffi
    Ordelaffi

    Signor Presidente, ma mi faccia il piacere...

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    che figura barbina.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -