Forlì-Cesena. Università, Di Maio (Pd) a sostegno del polo unico

Forlì-Cesena. Università, Di Maio (Pd) a sostegno del polo unico

Forlì-Cesena. Università, Di Maio (Pd) a sostegno del polo unico

FORLI' - "L'Università in Romagna è l'autostrada da cui deve passare lo sviluppo futuro dei nostri territori: un'autostrada oggi a tre corsie, che non può essere ridotta a due ma che invece necessiterebbe di un ampliamento a quattro, per viaggiare più spediti verso un nuovo, più compatibile e innovativo modello di sviluppo locale". E' quanto ha dichiarato Marco Di Maio, segretario territoriale del PD Forlivese, che sostiene l'idea di accorpare in un unico polo le facoltà di Forlì e Cesena.

 

"Quella dell'accorpamento - sostiene il giovane segretario del PD - è un'idea giusta, che va nella direzione di una maggiore integrazione territoriale e che deve essere attuata per mettere in risalto le eccellenze (tante) di cui oggi disponiamo in provincia, nell'ambito dell'Università di Bologna. Il modello di decentramento universitario romagnolo, scelta illuminata di una lungimirante classe dirigente del passato, è oggi una perla di livello internazionale. Una perla da difendere con assoluta fermezza e coesione, di fronte ad un progetto di riforma del sistema universitario che giustamente tenta di rispondere all'esigenza di razionalizzare la polverizzazione di corsi e facoltà che si è avuta nel nostro paese negli ultimi anni".

 

"Tuttavia, come spesso accade, nel tentativo di dare una risposta generalizzata ad un problema molto diffuso in Italia, si rischia di colpire i pochi che (come avvenuto a Forlì e Cesena) hanno interpretato il decentramento universitario come un modello organizzativo e didattico di assoluta qualità. Ecco perché è fondamentale coinvolgere tutto il territorio, con un ampio confronto che veda protagonisti tutti gli attori locali (università, istituzioni, fondazioni, associazioni di categoria, sindacati, forze politiche), per fare quadrato attorno alle eccellenze universitarie che abbiamo; ed è altrettanto fondamentale affermare in modo inequivocabile che nella nostra provincia l'Università di Bologna può e deve mantenere solo strutture universitarie di primo e secondo livello, vale a dire Dipartimenti o scuole".

 

"Andare verso un unico polo universitario provinciale - conclude Di Maio - rappresenterebbe già una significativa razionalizzazione, capace di porre tutte le condizioni per mantenere sul territorio gli insediamenti universitari di qualità di cui oggi disponiamo; e quantomeno le tre corsie di cui la nostra "autostrada" per lo sviluppo oggi dispone".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -