Forlì-Cesena, videoterapia come strumento formativo dei disabili psichici

Forlì-Cesena, videoterapia come strumento formativo dei disabili psichici

Con un seminario che si tiene in Provincia domani pomeriggio, martedì 14 dicembre, sarà presentata l'attività di quest'anno sviluppata nel corso del progetto "Riprendiamoci il lavoro", realizzato con il contributo del Fondo sociale europeo, nell'ambito del "Protocollo d'intesa per l'inserimento socio-lavorativo delle persone in condizioni di svantaggio" siglato in Prefettura nel 2007. Il progetto ha avuto come finalità la costruzione di un sistema di servizi e interventi capaci di garantire alle persone con disabilità psichica pari opportunità, favorendone la partecipazione attiva alla vita sociale e la piena espressione delle proprie abilità personali.  

 

La particolare metodologia didattica/formativa prescelta è la videoterapia. Questa tipologia di arte-terapia ha riscosso ottimi risultati in tutte le esperienze finora realizzate: ad oggi si è conclusa la quarta edizione, sia a Forlì che a Cesena. Si tratta di una terapia alternativa per la riabilitazione sociale e professionale dell'utente psichico: con essa, i soggetti con disagio hanno potuto da una parte affrontare e superare i limiti relazionali imposti dalla patologia, dall'altra acquisire competenze professionali spendibili sul mercato del lavoro.  

 

L'incontro è previsto per le ore 15, nella sala Ex-Consiglio della Provincia di Forlì-Cesena (piazza  G.B. Morgagni 9, il seminario è riservato agli addetti ai lavori). Al termine di ogni percorso sviluppato in passato vi è stata la produzione di un filmato, di cui i partecipanti sono i protagonisti così come gli ideatori, supportati dai docenti. Anche per l'edizione di quest'anno è stato prodotto un film documentario dal titolo "Mi porto via" che racconta i nove mesi di "viaggio", da febbraio a dicembre 2010, dei 23 partecipanti al progetto, utenti dei servizi di salute mentale dell'Ausl di Cesena e di Forlì. La videoterapia rappresenta uno strumento che, partendo dall'idea dello psicodramma sviluppato in gruppo, coinvolge i destinatari in una sorta di "reality show" dove essi saranno i protagonisti , ma anche i tecnici chiamati di seguito a "montare" il filmato della propria esperienza.  

 

Per la realizzazione di questo progetto hanno collaborato l'ente formativo Cesvip, le Ausl di Forlì e Cesena (Dipartimenti di salute mentale), Legacoop Forlì-Cesena, la Facoltà di Scienze della formazione di Bologna e gli educatori e operatori delle cooperative sociali coinvolte. Il replicarsi nel tempo e sul territorio dell'esperienza e i risultati positivi ottenuti hanno permesso, inoltre, di rinnovare il percorso proposto grazie al contributo degli addetti ai lavori, nonché indirettamente dei partecipanti, ottenendo così un servizio sempre più rispondente ai reali  bisogni dei soggetti coinvolti. In totale sono stati 112 i partecipanti su tutti i corsi finora realizzati.   Al seminario, che accompagnerà la proiezione del filmato documentario, interverranno Guglielmo Russo, Vice-Presidente e Assessore al Welfare della Provincia di Forlì-Cesena, Angelo Trovato, Prefetto di Forlì-Cesena, Enrica Mancini, Area Welfare Legacoop, Roberto Bosio, Direttore del Centro di salute mentale Azienda Usl di Cesena, Claudio Ravani, Direttore del Dipartimento di salute mentale Azienda Usl di Forlì, Lisa Pazzaglia, psicodrammatista, Raffaele Rago, regista, con le conclusioni di Denis Merloni, Assessore al Lavoro e alla formazione della Provincia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -