Forlì-Cesena, 'patto' contro la crisi: 100 milioni di euro di interventi

Forlì-Cesena, 'patto' contro la crisi: 100 milioni di euro di interventi

Forlì-Cesena, 'patto' contro la crisi: 100 milioni di euro di interventi

Alleanza tra istituzioni, sindacati, associazioni di categoria e banche per combattere la crisi della provincia di Forlì-Cesena. Ammontano a non meno di cento milioni di euro gli interventi straordinari previsti dal patto siglato lunedì da tutti principali attori del territorio. Le azioni si rivolgono sia alle famiglie (con la possibilità di sospendere i mutui o anticipare la cassa integrazione) che alle imprese (supporto a investimenti e alla liquidità).

 

La Provincia e la Camera di commercio di Forlì-Cesena hanno coordinato il lavoro che ha portato all'elaborazione dell'accordo e alla firma pressoché unanime. "Abbiamo messo in campo una serie di azioni a sostegno delle famiglie e del sistema produttivo già attive o comunque che si possono subito mettere in atto", spiega il presidente della Provincia, Massimo Bulbi.

 

Sul fronte delle famiglie, l'accordo sottoscritto prevede la possibilità da parte degli istituti di credito di anticipare a favore dei lavoratori le somme dovute come integrazione guadagni oppure l'attivazione di linee di credito pari alla differenza tra il compenso originale e quello percepito con la cassa integrazione (pari a circa il 67% dello stipendio pieno).

 

Altra azione è la possibilità di attivare modalità straordinarie di rimborso dei mutui accesi per l'acquisto della prima casa; questa azione è rivolta principalmente ai finanziamenti attivati dalle famiglie in difficoltà determinate da riduzioni nell'orario di lavoro, da cassa integrazione, mobilità o altre emergenze simili.

 

Anche sul fronte del sostegno alle imprese sono numerose le azioni previste dal patto. In primo luogo impegna le banche a mettere a disposizione risorse aggiuntive per soddisfare le esigenze di liquidità di breve, medio e lungo termine, ma anche gli investimenti legati allo sviluppo delle imprese. Altro impegno assunto dalle banche è quello relativo all'anticipo dei crediti che le imprese vantano sia verso i privati che verso la Pubblica Amministrazione.

 

A favore Del sistema produttivo gli enti locali si impegnano a ‘sburocratizzare' la propria attività, con azioni per velocizzare e semplificare gli adempimenti relativi alla concessione di autorizzazione in genere, con particolare attenzione verso le materie urbanistiche ed edilizie.

 

Questione annosa nella Pubblica amministrazione sono i tempi di pagamento: in tal senso il patto prevede l'impegno degli enti locali ad "accorciare i propri tempi di pagamento". E nonostante "un quadro difficile di finanza pubblica" gli enti locali si impegnano a "fare il massimo sforzo" per proseguire negli investimenti programmati e da programmare sulle opere pubbliche.

 

In capo alle Amministrazioni pubbliche anche l'impegno a destinare risorse per il sostegno all'accesso al credito delle imprese e al reddito per le famiglie, attraverso la costituzione di un apposito fondo (che nel caso della Provincia di Forlì-Cesena è attivo già da aprile).

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Marco Di Maio

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -