Forlì: chiude il laboratorio analisi dell'Arpa, allarme della Uil

Forlì: chiude il laboratorio analisi dell'Arpa, allarme della Uil

Forlì: chiude il laboratorio analisi dell'Arpa, allarme della Uil

FORLI' - Si teme la chiusura per il laboratorio analisi dell'Arpa di Forlì. E si teme anche per il futuro dei 13 professionisti che tengono sotto controllo l'ambiente nella provincia di Forlì-Cesena. Il personale specializzato potrebbe essere trasferito verso altre sedi. Lancia l'allarme Massimo Monti, segretario territoriale del sindacato Uil Fpl. Che chiede a Comune e Provincia di spiegare ai cittadini cosa comporterà la chiusura di questo presidio.

 

 La chiusura è contenuta in un progetto di razionalizzazione dell'agenzia regionale che si occupa di ambiente. "Non si sa ancora come verrà ricollocato il personale, ma sarà un sicuro stravolgimento per la vita di diversi professionisti", sempre Monti. Che, tuttavia, smorza: "Non sono un difensore del lavoro sotto casa a tutti i costi, ma le istituzioni, che sono informate del progetto e non hanno ancora detto niente, devono far sapere come inciderà una simile decisione".

 

Per il sindacalista, in particolare, si andrà a sguarnire il territorio sul fronte delicato della difesa dell'ambiente. "Si deve dire che da questo laboratorio passano le analisi che rendono potabile l'acqua che beviamo, studiano l'aria che respiriamo e i fanghi che vengono spansi sui campi agricoli". Il riferimento ai fanghi da depurazione non è casuale, per Monti, in quanto rievocano la grande inchiesta ambientale del 2004 nel territorio forlivese, ‘Rifiutopoli'.

 

Sarà la prima grossa ‘grana' per il nuovo direttore appena insediato, Luigi Vicari, originario di Cervia ma proveniente dagli uffici di Bologna. Per Monti, quindi, il provvedimento "avrà un'incidenza non superficiale" e "le istituzioni come Comune e Provincia devono far sapere a cosa serve il nodo di Forlì".

 

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Gabrin
    Gabrin

    E' piacere fatto a Hera e a Mengozzi. NOn a caso Hera ha inaugurato il proprio laboratorio analisi con cui controllerà se stessa e ci diràche tutto va bene (salvo chi continuerà a morire di cancro). ARPA controllava poco prima, figuriamoci adesso.

  • Avatar anonimo di renzo397
    renzo397

    che strano destino si è creata la UIL.Quando i tagli a farli è la regione (bisognerebbe sapere il perchè;) si grida allo scandalo e si coinvolgono i cittadini,viceversa se i tagli a farli è il governo allora la cosa è sopportabile dopo le intese fatte nei dopo cena con Berlusconi. Chi al giono d'oggi è ancora tesserato UIL-Cisl o è un pirla o un masochista alternative ragionevoli non esistono.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -