Forlì: circa 500 persone alla serata con Vasco Errani

Forlì: circa 500 persone alla serata con Vasco Errani

Forlì: circa 500 persone alla serata con Vasco Errani

FORLI' - Circa 500 persone sono state presenti lunedì sera alla conferenza conclusiva di Vasco Errani, alla sala congressi della fiera di Forlì. Errani ha ribadito i concetti forti della sua campagna elettorale, a favore dell'unità della regione Emilia-Romagna e la necessità di garantirle sviluppo economico con una nuova economia post-crisi.

 

> VEDI LE FOTO DELLA SERATA

 

L'evento culminante della giornata si è vissuto alla Fiera di Forlì, con la manifestazione elettorale che ha visto sul palco, assieme a Vasco Errani, i candidati forlivesi del PD alle regionali Tiziano Alessandrini e Marie Line Zucchiatti, il Segretario dell'Unione Territoriale Forlivese Marco Di Maio, il Sindaco di Forlì Roberto Balzani e il Presidente della Provincia di Forlì-Cesena Massimo Bulbi. Ad introdurre gli interventi è stato Dario Gaspari, giovane e grintoso rappresentante dei Giovani Democratici di Forlì.

 

DI MAIO: BASTA CON LA POLITICA PADRONALE DEL GOVERNO

Altrettanto giovane è Marco Di Maio, neo-segretario del PD forlivese, che ha aperto la serata con un caloroso appello a tutta la sinistra: «Dobbiamo mobilitarci tutti, perché l'esito di queste elezioni non è scontato ed avrà profondi riflessi politici nazionali. L'Emilia-Romagna è la prima regione d'Italia per qualità della vita: deve partire da qui la rinascita economica, sociale e civile del Paese, contro la politica padronale del governo».

 

«Siamo orgogliosi di abitare qui e abbiamo idee che guardano lontano, con progetti per migliorare le condizioni di vita dell'intera comunità. Il modello politico che ci propina da anni il governo va in senso opposto: "Ognuno pensi per se, che al resto ci pensa lui". Noi non siamo così, l'Emilia-Romagna non è così. Qui la parola chiave non è io, ma noi».

 

BALZANI: BATTAGLIA CULTURALE CONTRO I BARBARI DI OGGI

Di vera e propria battaglia culturale contro il deterioramento della vita civile in Italia parla il sindaco di Forlì, Roberto Balzani. «L'Emilia-Romagna è una delle terre più civili al mondo, guidata a un romagnolo. Oggi ci aspetta una grande battaglia culturale, contro un'orda di barbari attratta solo da potere, sesso e soldi».

 

Balzani fa appello al cuore e all'anima di chi da sempre resiste contro il degrado della politica e della società: «Per battere i barbari bisogna essere disposti a versare sangue, quel sangue che segna una linea rossa da secoli legata alla nostra storia, dalle bandiere del Risorgimento fino al Tricolore».

 

E una stoccata arriva anche ai rigurgiti sanremesi di amor patrio usciti da boche improbabili: «Questa Repubblica l'hanno costruita gli italiani cacciando il nonno re di chi oggi inneggia alla patria perduta. L'Italia l'hanno fatta i nostri padri, contro i residui della monarchia e del fascismo».

 

BULBI: I PROBLEMI DELLA GENTE E LA POLITICA DEL FARE

«Non è per caso che l'Emilia-Romagna ha raggiunto alti livelli di qualità della vita. L'intraprendenza e la voglia di fare della nostra gente hanno permesso di raggiungere risultati importanti che la politica del territorio ha con coerenza sostenuto». Il presidente della Provincia di Forlì-Cesena Massimo sul palco della Fiera ha fatto appello all'unità del Partito Democratico e alla sua capacità di ascoltare e affrontare i problemi della gente. Sottolineando la qualità dei candidati alle prossime elezioni regionali, Tiziano Alessandrini e Marie Line Zucchiatti, ai quali si affianca anche il giovane Thomas Casadei.

 

ZUCCHIATTI: IL FUTURO E' NELLA MULTICULTURA

«Abito in Romagna da 25 anni, ma sono nata in Francia da una famiglia di immigrati. E il tema dell'immigrazione mi sta particolarmente a cuore. È nella multicultura il futuro dell'Europa e delle nuove generazioni». Sintetizza così il suo pensiero e la sua vita Marie Line Zucchiatti, insegnante alla Scuola Superiore Interpreti e Traduttori di Forlì e consigliere comunale a Predappio, ora candidata alle prossime elezioni regionali. «Come può il presidente del consiglio, girando per Milano, affermare che non vuole più vedere facce di colori diversi? È mai stato in una grande città europea come Parigi, Amsterdam o Londra? Io mi sento italiana ed europea, e intendo far parte di un mondo che si senta comunità».

 

 

 

ALESSANDRINI: CONOSCIAMO IL TERRITORIO E RISOLVIAMO LE CRITICITA'

«Conosciamo bene questo territorio, motore economico dell'Italia. Un motore che questa destra vuole spegnere, imponendoci modelli che non sono i nostri». Tiziano Alessandrini, candidato alle prossime elezioni regionali, parla della Romagna come sistema, capace di dialogare con tutti gli altri territori. «Non ha senso voler dividere questa terra dal resto della regione. Emilia e Romagna insieme hanno raggiunto eccellenze importanti. Ci sono anche qui delle criticità, che vanno risolte ragionando su sistemi integrati». Alessandrini fa riferimento al sistema aeroportuale e a quello fieristico, in particolare. «La Fiera di Forlì e la Fiera di Cesena non possono rimanere separate se vogliono puntare a mercato internazionali. Si tratta di trovare il giusto equilibrio, senza che ci sia chi perde o chi vince».

 

ERRANI: LA PAROLA PIU' RIVOLUZIONARIA OGGI È COMUNITA'

Poi è stata la volta di Vasco Errani: «La cultura dell'Italia di oggi è incentrata sul berlusconismo, che si basa su punti cardine: paura, egoismo e idea povera della democrazia. Fomentando le paure e spingendo la gente a pensare solo per se stessa il governo prospera, accentrando tutte le decisioni su di sé senza discuterle mai con il Parlamento. L'altro passo è dire che siamo tutti così, spaventati ed egoisti. Mettono il veleno nel frullatore per macchiare tutte le camice. Ma gli emiliano romagnoli non sono così, noi non siamo così. Sapete qual è la parola più rivoluzionaria oggi? Comunità, concetto per per questa destra non esiste. Oggi invece qui si gioca proprio il futuro della nostra comunità, che stretta tra la paura e l'egoismo rischia di consumare il futuro dei nostri figli e dei nostri nipoti».


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -