Forlì Cna protesta: "Controlli sanitari, tassa cammuffata"

Forlì Cna protesta: "Controlli sanitari, tassa cammuffata"

FORLI' - Continua la sua strada il decreto legislativo 194/2008 (controlli sul commercio all'ingrosso) e restano inascoltate le voci contrarie sia di CNA Alimentare. "il governo con l'uscita di una circolare esplicativa non torna indietro e costringe le piccole imprese artigiane che prevalentemente vendono all'ingrosso, a un'ulteriore tassa in un periodo di difficoltà congiunturale": è l'attacco della Cna forlivese.

 

Il decreto legislativo 194 del 2008  ha di fatto imposto alle imprese di finanziare- tramite una "tassa"-  i controlli sanitari ufficiali e le tariffe delle prestazioni di controllo. Sono moltissime le imprese alimentari coinvolte, di queste, quelle che saranno classificate come "imprese con attività prevalente all'ingrosso", dovranno subire questa nuova tassa, che costerà fino a 1500 euro.

 

"Nella nostra provincia ci troveremo casi in cui piccolissime imprese, con piccoli fatturati, pagheranno poco meno o nella stessa maniera di imprese molto più strutturate", spiega in una nota la Cna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -