Forlì, commercio: negozianti preoccupati, tra crisi e outlet

Forlì, commercio: negozianti preoccupati, tra crisi e outlet

Forlì, commercio: negozianti preoccupati, tra crisi e outlet

FORLI' - Non c'è pace per il commercio a Forlì. A destare nuove polemiche è l'apertura al Mega del "Temporary outlet', un angolo dedicato all'acquisto di capi di marca a prezzi vantaggiosi, ma solo fino al 31 gennaio. L'attività ha aperto in dicembre e fino alla fine di questo mese rimarrà disponibile al pubblico con prezzi che non superano i 60 euro. Una novità che non viene vista di buon occhio dai commercianti tradizionali del centro, timorosi che i guadagni possano essere ulteriormente erosi.

 

La crisi, infatti, ha sgonfiato i tradizionali incassi positivi del periodo natalizio, tanto che ora tutte le speranze sono riposte sui saldi, che si sono appena aperti. E già tra i commercianti del centro storico si comincia ad avvertira la paura che l'Iper (la cui apertura è prevista nei primi mesi del 2011) andrà a cannibalizzare ulteriormente i guadagni degli esercenti.

 

 

Commenti (11)

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    @@rmy Già trà "faccia di merda" e "faccia di bronzo" c'è una sostanziale differenza, quantomeno di stile. E per quanto riguarda la tua domanda ti rispondo che anche al centro commerciale io lo sconto lo chiedo sempre (ovviamente non nel reparto della grande distribuzione) e non capisco cosa ci sia di male. Ho un'attività anche io e lo sconto sul prezzi di vendita dei miei prodotti me lo chiedono spessissimo, se posso lo faccio, diversamente no, PUNTO!

  • Avatar anonimo di @rmy
    @rmy

    @GIM => è la tua opinione, e l'accetto, vorrei però fosse un opinione concreta e non solo una frase fatta, nel momento in cui dici che in un mercato libero è assolutamente lecita e doverosa la trattativa, perlomeno tentarla, beh, quante volte l'hai tentata.... al centro commerciale? E quante volte hai ottenuto un trattamento migliore dopo che in cassa con un carrello carico di spesa hai detto "fammi bene"??? No perchè ai negozianti viene IMPOSTO di esporre i prezzi in vetrina, poi il cliente entra e dice fammi bene, e tu dici che è lecito, io dico che sia da faccia di "bronzo" e quindi non lo faccio.

  • Avatar anonimo di lux
    lux

    l'iper farà chiudere subito chi ora gia è in via di fallimento, per gli altri caleranno un Po le vendite ma passato il clamore iniziale torneranno al loro regime normale se continuano a fare bene

  • Avatar anonimo di lux
    lux

    La gente è pidocchiosa...sopratutto chi ha i soldi ..questo è vero. Anche se giustamente ognuno fa i suoi interessi. Ma se io commerciante (almeno io faccio cosi) se posso lasciarti qualcosa lo faccio, se sono gia al minimo lo dico onestamente (con un bel sorriso )e la gente è contenta. Se c'è quello che è come San Tommaso, lo sfido a fare un giro per la città e vedere se dico stupidaggini. Il 99% torna a comperarlo da me e apprezza l'onestà. Ma le associazioni dovrebbero spiegare alla popolazione e ai piccoli commercianti che non lo sanno, che l'iper funziona così: le grandi catene all'interno dei centri hanno prezzi imposti r quindi sia che lo compro in via delle torri,sia all'interno dell'iper il capo sempre quello mi costa. I piccoli negozi di qualsiasi natura siano ,hanno si il vantaggio di avere migliaia di passaggi al giorno, ma pagano di rimando affitti clamorosi e una parte dei tuoi guadagni devono andare alla cooperativa . Qundi piu guadagno,piu pago ( oltre alle normali tasse che tutti paghiamo) . Secondo voi che prezzi terrá a parità di un commerciante che paga solo il suo affittino,e magari ci deve scappare solo lo stipendio per sè? Infatti all'interno dei centri resistono per lungo tempo solo le grandi catene. Discorso diverso per l'iper proprio supermercato. Ma anche li nessuno ti regala niente. Per quello che riguarda il mio settore merceologico , posso dire che io faccio prezzi migliori sempre tutto l'anno, mentre Loro mettono uno-due prodotti effettivamente sotto costo che servono solo ad attirare chi pensa di risparmiare ma che è poco attento ai prezzi al di fuori delle offerte solo perche si trova li. Io ai miei clienti chiedo anche di fare il confronto quando si lamentano e finora nessuno mi ha potuto smentire. E l'iper a Me fa relativamente paia semplicemente perche il cittadino medio si lascia abbindolare e compera senza un criterio.

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    @@rmy ..."le facce di merda di chiedere sconti su prodotti già sottocosto". In un libero mercato è assolutamente lecita e doverosa la trattativa, perlomeno tentarla. Il fatto che tu descriva un soggetto della compravendita "faccia di merda" e che proponevi prodotti sottocosto, significa solo che hai fatto bene a chiudere.

  • Avatar anonimo di Merdonze
    Merdonze

    Concordo con lux, i piccoli commercianti meritano di chiudere tutti, sanno solo lamentarsi e poi fanno il cavolo che vogliono... W la libertà di commercio

  • Avatar anonimo di @rmy
    @rmy

    Da EX commerciante del centro vi posso dire che l'unico motivo valido per chiudere me l'hanno dato i clienti, con il loro continuo lamentarsi, il continuo pianger miseria, la faccia di merda di chiedere sconti su prodotti già sottocosto. I centri commerciali vi divorano perchè sanno gestire i vostri semplici cervelli, vi fanno andar lì per una prolunga e uscite con un LCD... perchè vi raggirano e vi fanno fare e comprare quello che vogliono. Stupidi clienti da spennare., niente di più. Io con i miei clienti avevo un rapporto umano, il valore non era dato solo ai soldi ed infatti ho dovuto chiudere, per mancanza di capacità nel gestire persone che avrei voluto trattare onestamente ma non me lo permettevano e non lo meritavano. Ci sono vari settori di commercio ed i rincari sono sempre e comunque completamente diversi da quelli che sospetta il cliente medio. L'unica cosa che mi sentivo dire nell'ultimo periodo era "fammi bene", ma quando io l'ho detto all'agenzia dell'entrate.... non è servito... Aprite gli occhi, senza negozi un centro.... MUORE. Negozi come quello "self" con tutti i distributori sono il chiaro segno che non si vuole più CONTATTO UMANO.

  • Avatar anonimo di lux
    lux

    In centro il negozio di distributore di bibite dovrebbe attirare persone? e quei negozi che tengono le vetrine come i bazar dei cinesi? Il fatto che ognuno fa il cavolo che gli pare con le aperture speciali? vado in centro (con parcheggio gratutito o meno) e poi c'è un negozio aperto ogni 4. Ovvio che vado all'iper se voglio comperare quello che mi serve. I primi giovedi di dicembre, non si sono messi d'accordo e tutti hanno fatto quello che gli pareva. a parte le solite grandi catene di abbigliamento , i piccoli che se la tirano tanto e si lamentano solo, erano CHIUSI! In piazza delle erbe il primo negozio aperto era l'ultimo in fondo di oggettistica per la casa. Ovviamente lei la buona volontà ce l'ha messa ma nessuno attraverserà tutta la piazza per farsi solo un giro davanti alle sue vetrine.Mettersi d'accordo e scegliere una linea comune? Anche perchè ogni commerciante con un pò di sale in zucca , sa bene che può essere molto più competitivo riguardo ai prezzi di un iper, in quanto loro hanno costi altissimi di gestione, anche rispetto a un negozio in centro e usano solo alcuni prezzi civetta effettivamente sottocosto. E anzichè fare degli aspetti positivi la loro forza, si arrendono alla solita stupida piangina. VI MERITATE DI CHIUDERE TUTTI!!

  • Avatar anonimo di Merdonze
    Merdonze

    sono finiti gli anni d'oro per i commercianti, bei tempi quelli degli anni '80 e primi anni 90' in cui cambiavano macchinone ogni 3 anni... i più furbi chiudono che chiuderà in primavera... chissà se riaprirà all'Iper...

  • Avatar anonimo di fabbri stefano
    fabbri stefano

    ma c'è qualcosa che va bene ai commerciani del centro forlivese??? si devono solo vergognare a tenere dei prezzi simili con delle vetrine così brutte... viva gli outlet e i centri commerciali stefano fabbri

  • Avatar anonimo di Merdonze
    Merdonze

    dove rimane il temporary outlet a forlì ?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -