Forlì, commercio: via libera in Consiglio a nuove aree per 33mila metri

Forlì, commercio: via libera in Consiglio a nuove aree per 33mila metri

Forlì, commercio: via libera in Consiglio a nuove aree per 33mila metri

FORLI' - Via libera del consiglio comunale di Forlì all'istituzione di 24 nuove aree commerciali. Il pressing delle associazioni di categoria non è stato sufficiente a scongiurare l'approvazione delle nuove aree destinate alle "medie superfici commerciali". Complessivamente si tratta di 33.399 metri quadri di superfici di vendita dislocate in aree di medie dimensioni (1.500 metri quadri l'una), ideali per strutture tipo supermercati, outlet, grandi magazzini dell'abbigliamento.

 

Queste superfici, per altro, vanno a sommarsi con altri 28.872 metri quadri gia' validati nel 2000, mettendo cosi' sul mercato aree commerciali per un totale di 62.271 metri quadri di sole superfici di vendita (superfici nette, senza considerare quindi strutture, parcheggi e altro). La delibera e' passata con 18 voti a favore (della maggioranza) e nove contrari (dell'opposizione).

 

Durissime le prese di posizione nel centrodestra, che ha pesantemente criticato questa proposta avanzata dalla giunta guidata dal sindaco Nadia Masini. Gabriele Gugnoni (Udc) ha parlato di "operazione immobiliare di speculazione senza senso"; Antonio Nervegna (Fi-Pdl) di "regalie a seconda delle parrocchie", e Lauro Biondi (Pri) di "clientele e speculazione rasentate".

 

Per altro il provvedimento e' arrivato al dibattimento con significative modifiche, dopo che la Provincia aveva bocciato ben tre aree lungo la via Emilia, obiettando che l'asse stradale non puo' sopportare ulteriore traffico.

 

Il vice sindaco con delega alle attività produttive, Evangelista Castrucci, ha così difeso la scelta dell'Amministrazione. "La Provincia applica una norma datata presente nel piano di coordinamento provinciale: risale al 2000 quando non si consideravano gli impatti positivi del nuovo sistema di tangenziali che arrivera' a breve".

 

A sostenere il provvedimento e' arrivato, invece, Luigi Sansavini (Pd): "In questo modo andiamo a riequilibrare la distribuzione di realta' commerciali nella citta': Forli' non ha quartieri dormitorio privi di servizi, una caratteristica coltivata negli anni e che non dobbiamo perdere".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di ReArtù
    ReArtù

    Arriveremo al punto che ci sarà un centro commerciale per ogni cittadino. Se non altro uno si passa il tempo a gironzolare da un punto all'altro. Avanti così

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -