Forlì, commozione per suor Bartolomea, fondatrice della scuola paritaria di S.M del Fiore

Forlì, commozione per suor Bartolomea, fondatrice della scuola paritaria di S.M del Fiore

Forlì, commozione per suor Bartolomea, fondatrice della scuola paritaria di S.M del Fiore

FORLI' - Grande partecipazione alle esequie di suor Bartolomea De Vito, la fondatrice della Scuola dell'infanzia e primaria paritaria "Santa Maria del Fiore" di Forlì, deceduta alle prime ore di lunedì 22 novembre a Lugo, all'età di 99 anni. Il sentimento più diffuso fra le decine di fedeli intervenuti a Lugo di Romagna, ai funerali solenni di suor Bartolomea De Vito, era il rimpianto: la religiosa avrebbe, infatti, compiuto 100 anni il 10 dicembre prossimo, ed erano già stati stampati gli inviti alla festa in suo onore.

 

"Il Signore ha disposto diversamente - ha commentato nell'omelia il celebrante don Carlo Sartoni, parroco di San Francesco di Paola - e dobbiamo comunque essergli grati per la lunga vita concessa a questa sua e nostra servitrice". Suor Bartolomea, nativa di Foggia, si consacrò nelle Ancelle del Sacro di Gesù Agonizzante a Lugo nel lontanissimo 29 agosto 1936, quando l'allora Italia fascista, reduce dalla conquista dell'Abissinia, stava per intervenire in Spagna a sostegno del dittatore Francisco Franco. Appena presi i voti, compie gli specifici studi di maestra d'asilo a Firenze pronta a partire per il Brasile: il suo desiderio era, infatti, quello di andare missionaria. Il 10 giugno 1940 l'Italia entra in guerra.

 

Nel 1942 suor Bartolomea è in prima linea a Forlì assieme a suor Pierina, l'indimenticabile angelo dei carcerati: il loro campo d'azione è il quartiere di Ravaldino in difesa di sfollati, madri e figli senza più casa, uomini a rischio di rastrellamento nazista, e persino famiglie ebree. Nei ricordi della religiosa, anche ultimamente, affiorava spesso il malandato edificio di corso Diaz crivellato di colpi, ma anche il vicino rifugio serale offertole dalla marchesa Prati. Suor Bartolomea ha dedicato all'insegnamento ben 42 anni della sua esistenza: prima a Forlì, dal 1942 al 1962, poi in Toscana e infine a Roma. Nei primi anni Settanta il ritorno a Forlì.

 

Il suo nome rimarrà indissolubilmente legato alla scuola paritaria primaria "Santa Maria del Fiore" da lei fondata nel 1945 e retta sino al 1981. Nella lunga schiera dei circa 1.500 alunni cresciuti sotto la sua guida, spiccano nomi altisonanti: il tenore Carlo Zampighi, il filosofo Rocco Buttiglione, attuale presidente nazionale dell'Udc, l'indimenticabile campione di motociclismo Otello Buscherini, tragicamente scomparso il 16 maggio 1976 nel circuito toscano del Mugello. Le spoglie mortali della religiosa, ritiratasi definitivamente a Lugo nel 1997, sono state tumulate nel locale cimitero monumentale a fianco della sorella suor Orsolina, anch'ella religiosa nelle Ancelle del Sacro Cuore, scomparsa da tempo. Sulla pietra tombale della fondatrice di Santa Maria del Fiore, un epitaffio, che la dice lunga su uno stile di vita tenuto per un secolo: "Sulle righe storte della mie esistenza il Signore ha scritto un poema d'amore".

Piero Ghetti

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di STEFANON
    STEFANON

    Ciao suor Bartolomea, un caro ricordo e un abbraccio!!! stefano

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -