Forlì, con DestinAzione incontro pubblico sul porta a porta

Forlì, con DestinAzione incontro pubblico sul porta a porta

FORLI' - "Con l'approssimarsi della partenza del Porta a Porta nella città di Forlì, si vedono sulla stampa e si sentono dai cittadini con i quali si ha modo di confrontarsi molti dubbi e timori e altrettante manifestazioni di interesse per il nuovo metodo di raccolta dei rifiuti. Dall'insediamento del Consiglio Comunale, poi, più volte i Consiglieri sono intervenuti sull'argomento, riportando la questione del Porta a Porta all'interno di interpellanze e di mozioni".

 

E' quanto si legge in una nota della lista civica Destinazione Forlì in merito al prossimo avvio della raccolta differenziata porta a porta.

 

"Vorremmo ricordare, che durante la campagna elettorale per l'elezione a Sindaco tutti gli schieramenti si dimostrarono favorevoli all'introduzione di questo metodo, perché indispensabile per raggiungere gli elevati standard quantitativi e qualitativi di differenziazione dei rifiuti necessari per rendere praticamente inutile l'incenerimento. La Lista Civica DestinAzione Forlì si pose al centro della questione, facendo diventare questo argomento un argomento su cui confrontarsi, anche per le implicazioni dirette che lo stesso avrebbe avuto sulla possibilità di creazione di nuovi posti di lavoro, garantendo ai Comuni una spesa non superiore all'attuale e riducendo le tariffe di smaltimento rifiuti per i cittadini. Quando si parla di green economy non si può far a meno di parlare della gestione dei rifiuti proprio per questi motivi: salvaguardando l'ambiente, si migliora l'economia del territorio".

 

"Come MoVimento 5 Stelle poi - continua la nota - durante la manifestazione Woodstock 5 Stelle, tenutasi a Cesena il 25-26 settembre, si è dimostrato ampiamente che con l'applicazione di questo metodo, che si fonda sulla corretta informazione dei cittadini e su una guida maggiore nella differenziazione dei rifiuti, oltre che sul recupero dei rifiuti direttamente dalle case dei cittadini, si ottengono risultati a dir poco esorbitanti: il 91% di raccolta differenziata in un evento che ha visto la presenza in due giorni di circa 200.000 persone e una settimana di lavori per montaggio e smontaggio strutture. Mai nessuno era riuscito in un'impresa del genere. Questo dimostra che volere è potere".

 

"Il servizio di raccolta e smaltimento dall'area Woodstock dell'umido e dell'indifferenziato vero e proprio (pannolini, cicche di sigarette e poco altro) gestito da Hera è costato all'organizzazione circa 1700 euro, quello di gestione del materiale differenziato plastica, vetro, lattine, carta e secco gestibile dall'impianto di Vedelago (quasi tutto quello che normalmente Hera considera indifferenziato inutilizzabile se non tramite incenerimento e discarica) ha fruttato all'organizzazione 1800 euro. Pare quindi ovvio che l'introduzione del Porta a Porta non aggraverebbe la situazione tariffaria".

 

Sulla base di questa riflessione "incontreremo i cittadini Giovedì 11 novembre presso la Sala Santa Caterina in via Romanello n° 2, alle ore 20:30, per un incontro che servirà a fare chiarezza sul ciclo dei rifiuti e sul loro impatto sulla salute umana e sulle motivazioni che spingono varie amministrazioni, di ogni colore politico, ad affrontare l'introduzione del Porta a Porta. Relatori della serata saranno il Prof. Gianni Tamino, docente di Biologia e Diritto Ambientale dell'Università di Padova, l'Ing. Anzio Negrini, Direttore di Mantova Ambiente, gruppo Tea s.p.a, la multiutility che gestisce in provincia di Mantova la raccolta Porta a Porta, e l'assessore all'ambiente del Comune di Virgilio (MN), Fabio Bonelli".

"Si porteranno, grazie agli ultimi due relatori, le esperienze dei Comuni del mantovano, governati dal centro-destra, che hanno introdotto il sistema Porta a Porta e che hanno identificato fra l'altro modelli replicabili anche su città di maggiori dimensioni rispetto a  quelle da loro trattate. Interverrà alla serata per portare la sua esperienza nell'introduzione del Porta a Porta, anche un amministratore di centro-sinistra, il Sindaco di Bertinoro Nevio Zaccarelli. Vorremmo che questa serata fosse un'occasione per tutti i cittadini e per gli amministratori della città, sia di maggioranza che di opposizione, per riflettere sul fatto che, come dice il titolo "Io non rifiuto il Porta a Porta, ma riciclo! - ne' di destra ne' di sinistra, il Porta a Porta è... il futuro" la raccolta Porta a Porta non può essere oggetto di schermaglie politiche, ma va analizzato e sfruttato per garantire ai cittadini una riduzione degli impatti sulla salute e sulle bollette derivanti dalla  gestione dei rifiuti" si conclude la nota di DestinAzione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -