Forlì, Confartigianato: "Maggiore flessibilità nel rapporto banche-imprese"

Forlì, Confartigianato: "Maggiore flessibilità nel rapporto banche-imprese"

FORLI' - Per le pmi, vessate dalla crisi, l'estensione di sette mesi della moratoria sui debiti bancari, che ha consentito di rimandare la data ultima di pagamento fino al 31 gennaio, ha rappresentato un'importante boccata d'ossigeno. Con la moratoria, infatti, veniva data la chance a tutte le pmi che non avessero già beneficiato dello strumento, di usufruire della dilazione. Nata nella fase acuta della crisi, la moratoria si è rivelata di fondamentale importanza anche in questi ultimi mesi, fornendo alle imprese una maggiore disponibilità, per agire in modo da agganciare la ripresa. Chiarisce il segretario di Confartigianato di Forlì Roberto Faggiotto "oggi, con l'approssimarsi della scadenza, chiediamo alle banche maggiore flessibilità nei confronti delle imprese, mai come adesso la collaborazione tra mondo imprenditoriale e bancario è indispensabile per non disperdere il capitale imprenditoriale di cui è ricco il forlivese. La chiusura di realtà imprenditoriali radicate sul territorio rappresenterebbe non solo un depauperamento del tessuto produttivo, ma avrebbe pesanti ricadute sul sociale, in una provincia caratterizzata da un'impresa attiva ogni 9 abitanti."

 

Le piccole imprese scontano notevoli difficoltà nell'accesso al credito, che, di frequente si basa esclusivamente sulle garanzie fornite e non tiene conto dell'affidabilità personale o della validità dei progetti proposti. Per i vertici di Confartigianato è necessario affrontare in modo nuovo e costruttivo il nodo chiave del rapporto tra sistema finanziario e imprenditoria, superando l'impasse attuale. Conclude Faggiotto "sebbene in questi mesi i Confidi abbiamo svolto egregiamente il ruolo di fornitori di garanzia per l'artigianato, fungendo, di fatto, da ammortizzatori sociali per le imprese, è tempo di ripensare il rapporto banche-imprese, nella consapevolezza che la crisi vissuta ha ridisegnato profondamente il modello di sviluppo del sistema produttivo."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -