Forlì, Confartigianato: "Tremonti e la crociata contro il fisco che opprime le aziende"

Forlì, Confartigianato: "Tremonti e la crociata contro il fisco che opprime le aziende"

FORLI' - Tiene banco in questi giorni la notizia che vede protagonista il ministro dell'Economia e delle Finanze Giulio Tremonti, il quale, davanti alla commissione Finanze della Camera, ha invitato alla moderazione gli enti preposti ai controlli per alleviare la pressione fiscale sulle imprese.


Il ministro Tremonti pare, dunque, aver recepito quanto le organizzazioni imprenditoriali denunciano da sempre: bisogna evitare che la pressione dei controlli nei confronti delle imprese si trasformi in oppressione.

Spiega Marco Valenti vicesegretario di Confartigianato Forlì  "l'affermazione di Tremonti per molti ha il sapore dell'annuncio elettorale in vista delle prossime amministrative, tuttavia è significativo il fatto che le sollecitazioni del mondo imprenditoriale siano nuovamente tornate al centro dell'attenzione del sistema politico e dei media. Confartigianato più volte ha denunciato le difficoltà nel rispettare gli innumerevoli oneri che frenano la competitività della piccola impresa, solo per assolvere i diversi pagamenti richiesti dal fisco italiano, le pmi perdono complessivamente 285 ore all'anno, con un prelievo fiscale che, mediamente, è pari al 68,6% degli utili realizzati dalle aziende. L'accanimento ispettivo è figlio della cultura del sospetto verso gli imprenditori e porta a una sempre maggiore complessità e alti costi della burocrazia italiana. Basti dire che in ambito fiscale, solo quattro adempimenti, 770, dichiarazione Iva, comunicazione annuale e rimborsi Iva costano, di pura burocrazia, al sistema delle imprese italiane oltre 2,7 miliardi di euro. Meno regole con maggiore certezza nell'applicazione è l'obiettivo cui tendere, applicando anche un reale principio di gradualità per dimensione d‘impresa e per settore di attività."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Conclude Valenti "come Confartigianato auspichiamo la creazione di un coordinamento delle attività ispettive nei diversi ambiti: fisco, lavoro, ambiente, per evitare agli imprenditori il ‘supplizio' dei reiterati controlli a tempi ravvicinati, quando addirittura non sovrapposti. Senza dimenticare che per ridare slancio all'economia occorre sfoltire la mole di norme e adempimenti che si sono stratificati nel tempo e sui quali, una volta introdotti nell'ordinamento, non viene effettuata alcuna valutazione circa il reale utilizzo da parte dell'Amministrazione."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -