Forlì, congresso Pd: scelti i delegati. Assemblea con Napolitano e contro Di Pietro

Forlì, congresso Pd: scelti i delegati. Assemblea con Napolitano e contro Di Pietro

Forlì, congresso Pd: scelti i delegati. Assemblea con Napolitano e contro Di Pietro

Il Pd forlivese ha scelto i propri delegati in vista delle convenzioni regionale (10 ottobre a Castel San Pietro) e nazionale (11 ottobre a Roma) per le varie mozioni. L'assemblea dei delegati delle mozioni Bersani, Franceschini e Marino ha approvato, inoltre, un ordine del giorno (con l'astensione di una decina di delegati, in prevalenza‘mariniani' ma non solo) che condanna gli attacchi avanzati dal leader dell'Idv, Antonio Di Pietro, contro il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

 

> Sondaggio: VOTA il segretario NAZIONALE REGIONALE

 

Il 25 ottobre si terranno, invece, le primarie aperte a tutti gli elettori del Pd per l'elezione del segretario nazionale e del segretario regionale. Nella convenzione provinciale forlivese che si è svolta al circolo arci del Ronco, molti sono stati gli interventi politici. L'assemblea ha approvato l'ordine del giorno in cui si giudica "gravissima e inaccettabile" la definizione di "firma vile" data dal leader dell'Idv Antonio Di Pietro al via libera alla legge sullo scudo fiscale.

 

Il documento, inoltre, stigmatizzava l'atteggiamento di Di Pietro condannandone la "pesante responsabilità istituzionale" e esprimeva a nome dell'assemblea "incondizionatamente la propria solidarietà a Napolitano". Il documento è stato votato con

 

Questi i delegati delle tre mozioni alla convenzione nazionale.

Bersani: Mirko Betti, Manuela Montanari, Davide Stefanelli

Franceschini: Lucia Bongarzone, Matteo Milanesi

Marino: Nevio Zaccarelli

 

Questi i delegati delle tre mozioni per la convenzione regionale.

Bonaccini (Bersani): Giuliano Pedulli, Katia Zattoni, Luciano Minghini, Elisa Deo, Riccardo Zanoni, Antonella Greggi, Dario Gaspari, Giliana Mercatali, Roberto Santolini, Claudia Castellucci.

Bastico (Franceschini): Paride Maretti, Francesca Montuschi, Emanuele Piazza, Silvia Valli

Casadei (Marino): Alessio Ronchi, Maddalena Mazzoli, Franco Ronconi, Samantha Mammudu, Carlo Giunchi, Elisabetta Scozzoli, Fulvio Castellucci, Luciana Tampieri. 

Commenti (10)

  • Avatar anonimo di manVel
    manVel

    ahahahah adesso Berlusconi ha anche la colpa sul PD! Secondo me sono da attribuire a Silvio anche le colpe sullo scoppio della Prima Guerra Mondiale, sul mistero dei cerchi nel grano, sul no di Lippi a Cassano in nazionale e pure sulla vittoria dei Jalisse a Sanremo! Mitico Albatrans, se non ci fossi NON bisognerebbe inventarti.

  • Avatar anonimo di demo.chi
    demo.chi

    Amico Albatros, qualche lume me lo hai dato e anche se turbato dalla vicenda parlamentare sullo scudo, andrò a votare alle primarie per Bersani e per il suo candidato per la regione, Bonaccini. Mi sembra giusto per principio votarli tutte e due, perchè i voti differenti annunciati da alcuni sindaci mi hanno infastidito parecchio.Ci vado anche perchè penso che le primarie stiano già avviandosi al tramonto. Peccato. Sono partite fortissimo con Prodi, ma sono state finte. Sono andate alla grande con Veltroni, ma sono state finte. In giro per l'Italia, durante le elezioni amministrative, compresa Forlì'. è successo di tutto e di più. Comprese le infiltrazioni della destra. Hai ragione, sembrano pensate da Berlusconi. Non sono state messe regole, non sono state fissate barriere. Sono state usate per finta o sono diventate delle lotte furibonde fra gruppi interni al PD. La loro morte sarà sancita il 25 ottobre. Ma io ci andrà lo stesso, perchè se vince Bersani, una speranza per il PD ci potrà ancora essere. Altrimenti...... Berlusconi, o un suo sosia, continueranno a comandare come vogliono.

  • Avatar anonimo di Albatros
    Albatros

    @demo.chi Chi ti può illuminare? Perchè non sarebbe bello sapere, magari prima delle primarie, a quale mozione appartengono coloro che non erano in aula? E' lampante che ci sono gravissimi e pesantissimi limiti di democrazia nel PD. Ora gli iscritti , tutti contenti, soprattutto coloro che hanno votato Bersani, dovranno bersi il fatto che il loro voto non conta niente. Conterà il voto di primarie aperte a tutti soprattutto a coloro che avranno interesse a fare eleggere nel PD chi più gli PARE E PIACE. Questa distorsione favorisce solo Berlusconi & C. Visto che si persevera mi viene da pensare che ci sia il suo zampino nello statuto del PD. Così come non si modificò il conflitto di interessi, così come gli si costruì addosso la Bicamerale, adesso si mantiene una regola di elezione INTERNA che può favorire solo chi ne è esterno. Ho già risposto in merito alla mozione contro le espressioni di DI PIETRO. NO PASARAN

  • Avatar anonimo di Albatros
    Albatros

    @manVel Se, come penso, il tuo nick significa Mano Veloce, allora a letto vacci tu e..... usala.

  • Avatar anonimo di demo.chi
    demo.chi

    Poichè ritengo che un congresso, o come viene chiamato adesso, non sia una partita di marafone, ma un momento in cui si dovrebbe parlare di politica, hanno fatto bene i delegati a votare quell'ordine del giorno, anche se troppo edulcorato. Bisognerebbe che venissero resi noti i nomi di quelli che non l'hanno votato, per capire meglio la situazione del PD. Così come l'elettorato del PD vuole subito, con una nota ufficiale del Partito di Roma, che siano presi provvedimenti severissimi nei confronti di quelli che hanno salvato il governo e il decreto incolpato. Dalla decadenza dalla carica ad un anno senza stipendio, come minimo. Altrimenti alle primarie ci andaranno i tre candidati e pochi altri.Ci vogliono notizie al più presto. Per i delegat,i due curiosità: a che cosa servono, se poi si deve decidere tutto alle primarie del 25 ottobre? E come mai non ci sono i cosiddetti big: il sindaco di Forlì, il segretario Castagnoli, Pinza, la Masini, ecc.? Forse perchè è una cosa che non conta nulla e questi entreranno in campo nella partita vera? Chi mi può illuminare un pò? Grazie.

  • Avatar anonimo di manVel
    manVel

    "no pasaran" quà, "no pasaran" là.....mo vat a lèt!

  • Avatar anonimo di Albatros
    Albatros

    E' vero che il Presidente della Rebubblica non è obbligato al rinvio alle Camere di una Legge, ma è vero che ( dottrina ufficiale universitaria) : "Il messaggio di riinvio di una legge al parlamento è il messaggio motivato con il quale il Presidente della Repubblica rinvia al Parlamento una legge esaminata in sede di promulgazione, chiedendo un suo riesame per presunti motivi di illegittimità costituzionale o di grave inopportunità in relazione a principi o valori costituzional. Credo che abbia ragione Di Pietro. Non vedo perchè gli abbiano votato contro; forse era meglio chiedere ufficialmente al PD cosa facevano la Binetti e la Melandri il giorno del voto alla Camera .... Berlusconi ringrazia. Domani la Consulta, speriamo, inizierà a togliere i rovi marciolenti dalla democrazia italiana. NO PASARAN

  • Avatar anonimo di Effe
    Effe

    Effettivamente sembra una buffonata, boh...

  • Avatar anonimo di Lorenzo Grecis
    Lorenzo Grecis

    Cosa c'azzecca il congresso locale del PD per la scelta dei delegati, con Napolitano e Di Pietro ??? Si poteva fare anche, ad esempio, una votazione per prendere le distanze da La Torre, per avere passato il pizzino ad un rappresentate del PDL che era stato messo in castagna e non sapeva cosa rispondere ad una precisa domanda di Donadi dell'IDV... si poteva mettere a votazione la scandalosa assenza di 23 deputati del PD che hanno permesso di far passare la fiducia allo "scudo fiscale" , dal momento che tale scudo farà comodo anche a tante "brave personcine" di sinistra (Uliviste, Margheritine, Socialiste, etc. - ... oggi PD) e che lo utilizzeranno per far rientrare riserve di capitali portate all'estero, in parallelo a tanti capitali di mafia e malaffare... ma di cosa vogliamo parlare ??? O forse, a voler pensare male, il PD di Forlì prepara l'estromissione dalla giunta comunale dell'IDV ? Credo che questa "uscita" , il PD forlivese se la poteva risparmiare, concentrandosi a risolvere i problemi interni di leadersheep, e che lo vedranno ancora, per i prossimi tempi, in caduta libera...guarda caso proprio a seguito di posizioni politiche che stridono con la base e con gli impegni presi con i propri (molti ex) elettori !!! Auguri!!!!!

  • Avatar anonimo di livio76
    livio76

    Mi piace il vostro sgomento per le frasi del Signor Di Pietro contro il Capo dello Stato, tuttavia i suoi voti non li disdegnate per colpire il leader Berlusconi. Se veramente vi sembra "grossa" la faccenda, diteglielo in faccia che non stia più al vostro fianco. Questo però sarà contro il vostro tornaconto ed il tutto non è altro che progaganda per il tanto odiato Berlusconi che ringrazia. Auguri sinceri per l'On.le BERSANI che come ebbi a dire una ventina di giorni fà (all'inizio dei congressi dei circoli) avrebbe stracciato di almeno 20 punti il "prodiano" Franceschini che giustamente merita di fare la fine del suo ex-capo.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -