Forlì, crisi. Confartigianato: "La provincia reagisce"

Forlì, crisi. Confartigianato: "La provincia reagisce"

Forlì, crisi. Confartigianato: "La provincia reagisce"

FORLI' - L'osservatorio congiunturale sulla piccola e la media impresa di Confartigianato Emilia Romagna ha analizzato l'andamento dell'economia regionale nel secondo semestre 2010 realizzando, inoltre, una proiezione sull'andamento del prossimo semestre. I dati sono stati raccolti attraverso un'indagine telefonica su 900 imprese regionali con meno di 20 dipendenti. Il secondo semestre del 2010 non ha smentito l'andamento dei primi sei mesi con andamenti negativi per tutti i principali indicatori: dalla produzione, alla domanda, passando da fatturato, export ed investimenti.


Per quanto riguarda le dinamiche provinciali, Forlì-Cesena e Piacenza hanno evidenziato performance positive nella produzione/domanda, fatturato e ordini e nella nostra provincia si rileva, nel secondo semestre 2010, anche un'elevata incidenza degli investitori.


"Siamo soddisfatti per le performance fatte registrare dalla nostra provincia." Commenta il vicesegretario di Confartigianato Forlì Marco Valenti. "Nel secondo semestre del 2010 si è avuta un'inversione di tendenza con una ripresa della produzione/domanda e del fatturato con saldi rispettivamente pari a +18,2 e +18,1 e una crescita, anche se meno marcata, negli ordini (+7,4), che su base annua si attesta sul +15,2%. Purtroppo rimane di segno negativo la dinamica occupazionale, mentre negli investimenti si conferma un'elevata quota di investitori (19,7%)."

 

Continua Valenti: "Dalle interviste effettuate emergono le buone potenzialità di sviluppo del territorio anche nel prossimo semestre, seppure con tendenze di crescita più contenute nella produzione/domanda (+5,5) e nel fatturato (+9,8) e con la possibilità di invertire anche la tendenza occupazionale (saldo +7,3). La rilevazione sottolinea però una probabile frenata negli investimenti."

 

E conclude: "obiettivo di Confartigianato è di continuare a offrire servizi innovativi per favorire la piena ripresa del nostro sistema imprenditoriale, che, malgrado il perdurare della crisi ha saputo reagire al meglio."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -