Forlì, crisi e vacanze. Denis Valenti: "E' un ritorno al passato"

Forlì, crisi e vacanze. Denis Valenti: "E' un ritorno al passato"

FORLI' - La Tv narra di favolose vacanze esotiche di massa ed indagini sociologiche elogiano immaginifiche "società dell'ozio": ma finito Agosto, finita la favola. Il Censis denuncia che 6 italiani su 10 sono stati a stati a casa, la Cgia di Mestre, scrive che le famiglie italiane hanno un debito medio di 15.930 Euro in aumento esponenziale dall'avvento dell'Euro. Nonostante crescano produzione industriale e PIL, ad autunno 70.000 posti saranno a rischio. La cattiva occupazione in Regione è un problema strutturale e anche a livello provinciale, a fronte di oltre 26.000 disoccupati, aumentano Cig straordinaria, mobilità e precarietà sociale. Avanza impetuoso uno spettro del passato, la società ingiusta, la cui povertà di massa, teorizzavano i maestri liberali, era causata dallo "scontento divino o da un retaggio dello stato di natura".

 

La Politica attuale di fronte ai drammi sociali scompare, avulsa nelle trame di Palazzo,tra intrighi ed affari inquietanti (Gheddafi docet), tra caste e cricche, false identità o appartenenze effimere, in una crisi di rappresentanza senza sbocchi e senza fine. All'inevitabile crepuscolo berlusconiano si contrappone solo una opposizione istituzionale afasica, prigioniera di formule elettorali e politiciste, distante dai problemi popolari concreti, come dimostra l'unanime subalternità agli sconcertanti Diktat imposti dalla Finanza e dalla Fiat o all'inquietante elogio, compiuto incredibilmente anche da esponenti della sinistra radicale, all'irricevibile Cossiga.

 

Ritorna la classe elitaria del passato, in cui denunciava Marx "lo stato borghese chiude gli occhi e dichiara che certe opposizioni reali non hanno carattere politico, che esse non gli danno noia"; se i rapporti sociali sono racchiusi unicamente nella dimensione Istituzionale per la sinistra comunista, elezioni o non elezioni, non ci sarà alcun futuro. In autunno i veri laboratori politici-sociali non saranno il Governo Tecnico, Alchimie di Palazzo o eventuali Elezioni Generali, ma la ripresa della lotta e del conflitto sociale, a partire dalla manifestazione generale dei metalmeccanici. Si comincia solo da lì.

 

Valenti Denis, Coordinatore Comunisti-Sinistra Popolare Forlì-Cesena

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -