Forlì, crisi in Provincia: Castagnoli verso la vice presidenza

Forlì, crisi in Provincia: Castagnoli verso la vice presidenza

Ridurre il numero di assessori facendo a meno dell’ex verde Roberto Riguzzi e spostare la delega di vice presidente da Luigi Sansavini e Maurizio Castagnoli (nella foto). Attorno a queste ipotesi ruota il tam-tam politico di queste ore, in vista della conferenza stampa con cui lunedì il presidente della Provincia, Massimo Bulbi, porrà la parole fine alla crisi apertasi con la lettera di dimissioni dei quattro assessori Ds e con il rifiuto all’ingreso in giunta di Daniele Alni.


Una mossa che accontenterebbe gli assessori dissidenti e chi, tra i partiti di maggioranza, chiede a Bulbi di compiere uno sforzo per ridurre il numero degli assessori. Ma molto probabilmente è questa una strategia che non viene vista di buon occhio dai vertici del nuovo Partito democratico.


In questo momento di vacanza di un segretario provinciale che possa tirare le fila del nuovo partito, è facile immaginare che i mal di pancia nel Pd aumentino dopo il rifiuto di Alni e la lettera dei quattro assessori di area Ds che avevano rimesso il proprio mandato nelle mani del presidente Bulbi per ‘frenare’ in qualche modo l’ingresso di Daniele Alni in giunta.


Una mossa che fa scattare la scintilla delle polemiche all’interno del Partito democratico: sì perché tutti i protagonisti della vicenda (Bulbi, Alni, gli assessori Castagnoli, Garbuglia, Moretti e Collareta, l’attuale vice presidente ed ex repubblicano Luigi Sansavini e l’assessore ex verde Roberto Riguzzi) sono membri del Pd.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -