Forlì, crisi Trasmital. I lavoratori approvano l'accordo con l'azienda

Forlì, crisi Trasmital. I lavoratori approvano l'accordo con l'azienda

Forlì, crisi Trasmital. I lavoratori approvano l'accordo con l'azienda

FORLI' - Giovedì si sono svolte le assemblee dei lavoratori della Trasmital-Bonfiglioli durante le quali è stata presentata l'ipotesi di accordo raggiunta il 3 dicembre con la direzione del Gruppo Bonfiglioli in merito alla gestione della crisi che sta attraversando l'azienda. L'accordo, che prevedeva tra l'altro il mantenimento, nel passaggio dalla cassa integrazione ordinaria a straordinaria, delle condizioni economiche acquisite, è stato approvato dal 93% dei lavoratori.

 

L'accordo prevede come detto il mantenimento, nel passaggio dalla cassa integrazione ordinaria alla cassa integrazione straordinaria, di tutte le condizioni economiche acquisite (integrazione salariale di 10 euro al giorno, maturazione integrale degli istituti contrattuali - ferie, permessi, 13ma -, anticipazione dei trattamenti, rotazione certa ed esigibile), il passaggio a 40 ore settimanali dei lavoratori al momento assunti a part-time 32h settimanali con decorrenza 1 febbraio 2010, un impegno preciso dell'azienda a non intervenire unilateralmente sui livelli occupazionali in un periodo che comprende tutto il 2010 e 2011, oltre che l'uscita volontaria ed incentivata di un numero massimo di 80 lavoratori nel gruppo, dando priorità ai lavoratori che sono vicini alla pensione.

 

L'accordo è stato approvato dai lavoratori al termine delle assemblee e i lavoratori di Forlì hanno dato un giudizio chiaramente positivo sull'intesa, partecipando numerosi al voto (quasi 400 i votanti) e con i voti favorevoli che raggiungono il 93%.

 

"Crediamo - si legge in una nota dei sindacati - che l'accordo raggiunto alla Bonfiglioli testimoni come si possa gestire una crisi pesante senza licenziamenti e senza che tutti i costi siano scaricati sui lavoratori."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -