Forlì, da Bach alla musica argentina: cori e musicisti d’eccezione al 'Suffragio'

Forlì, da Bach alla musica argentina: cori e musicisti d’eccezione al 'Suffragio'

Forlì, da Bach alla musica argentina: cori e musicisti d’eccezione al 'Suffragio'

FORLI' - Grande evento artistico giovedì 10 giugno, alle 21.00, nella chiesa del Suffragio: il Coro Cappuccinini e il Coro di San Paolo uniranno le forze per un concerto davvero originale. Nella splendida cornice del Suffragio, in pieno centro cittadino, sotto la direzione di Enrico Pollini, si partirà dalla musica barocca di Johann Sebastian Bach, per ripercorrere idealmente il Settecento Italiano con il Salmo XVIII di Benedetto Marcello.

 

Si visiterà l'Ungheria di Zoltan Kodály, per poi attraversare l'Atlantico e raggiungere i suoni ed i ritmi popolari argentini della Misa Criolla di Ariel Ramirez.

 

Parteciperà al concerto un gruppo di eccellenti musicisti: i violinisti Silvia Benvenuti e Vittorio Veroli, il violista-compositore Michele Rivi e il violoncellista Paolo Baldani, cui si uniranno i flautisti Tito Ciccarese ed Alessandro Spazzoli, il clarinettista Franco Casadei, per l'occasione suonatore di "charango", e i chitarristi Andrea Benzoni e Giovanni Milanesi. E se al clavicembalo si esibirà Daniela Gudenzi, alle tastiere opererà Lorenzo Naddei. Alberto Bertaccini e Daniele Casadei alle percussioni eseguiranno i ritmi straordinari della Misa Crolla.

 

L'evento è promosso dai Cori riuniti dei Cappuccini e di San Paolo assieme a don Paolo Giuliani, Rettore della Chiesa del Suffragio, con la collaborazione della Banca di Credito Cooperativo di Forlì. Per gli appassionati delle corali "classiche" sarà l'occasione per costatare le qualità d'ensemble di due fra le migliori corali del territorio.

 

Pur mantenendo la loro identità e la loro attività di servizio come obbiettivo principale, da qualche anno i cori di San Paolo e Cappuccinini hanno, infatti, iniziato ad esibirsi insieme realizzando concerti di grande richiamo. Riecheggiano ancora il Requiem di Mozart eseguito a Forlì nel dicembre 2006 e nel 2007 assieme all'orchestra Maderna, il Gloria in Re maggiore di Vivaldi nel 2007, il concerto Carte Blanche di Andrea Benzoni nel 2008 e la Krönungsmesse di Mozart nel 2009, tutte iniziative accolte da grande successo, a conferma dell'interesse e dell'attenzione del pubblico cittadino per la musica corale, arricchita da musicisti di fama.

 

L'ingresso è libero e gratuito. Anna Mattarelli ed Enrico Pollini, direttori dei cori Cappuccinini e San Paolo, hanno studiato e preparato a lungo la scaletta del concerto, nella convinzione di presentare alla città un programma di grande interesse. Ancora una volta si dimostra che fra compositori di epoche, regioni e stili diversi spesso esiste un filo conduttore, la voce umana, il canto, "strumento" con gli altri strumenti, linguaggio universale, flessibile ed efficace a disposizione dell'uomo per l'espressione dei suoi valori emotivi ed artistici. L'ingresso è libero e gratuito. Chiunque parteciperà al concerto avrà modo anche di ammirare l'originaria bellezza riconquistata dalla chiesa del Suffragio, dopo i lunghi restauri cui è stata sottoposta negli ultimi anni seguiti personalmente da don Paolo Giuliani, rettore del santuario dall'anno della scomparsa del suo predecessore monsignor Sergio Scaccini, nel 2001.

 

Piero Ghetti

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -