Forlì, da gennaio a marzo il giovedì si va in centro in navetta gratis

Forlì, da gennaio a marzo il giovedì si va in centro in navetta gratis

Forlì, da gennaio a marzo il giovedì si va in centro in navetta gratis

FORLI' - In accordo con la Regione, il Comune di Forlì ha deciso di attuare una nuova mobilità per il centro storico nei giovedì da gennaio a marzo. Non si tratta di un blocco del traffico del centro storico ma di una ri-organizzazione della mobilità che consente l'accesso in centro storico solo lungo le vie di accesso ai parcheggi. Una navetta gratuita con elevata frequenza (10 minuti negli orari di punta), consentirà un rapido ingresso a tutti i nodi principali del centro storico.

 

L'accesso completo al centro storico nella giornata del giovedì sarà limitato ai residenti, agli operatori e alle categorie protette. Questa sperimentazione servirà anche a far conoscere i parcheggi di corona, già esistenti e quelli di nuova realizzazione (come il parcheggio di Viale Salinatore da 400 posti) e per promuovere l'uso del mezzo pubblico per i percorsi casa-lavoro.

In modo congiunto, l'Assessore all'Ambiente, Alberto Bellini e l'Assessore alle Attività produttive Maria Maltoni, auspicano l'impegno delle parti sociali per informare categorie economiche e lavoratori delle modalità organizzative previste per il giovedì, con l'obiettivo di rendere il più efficace possibile l'iniziativa.

 

In una recente riunione del "Tavolo per la qualità dell'economia" svolta presso il Municipio di Forlì sono stati illustrati gli accordi di programma per la qualità dell'aria della Regione Emilia-Romagna sottoscritti dai Comuni della regione con più di 50mila abitanti, a partire dal 2001, come risposta alle procedure di infrazione della Comunità europea per il superamento dei valori limite di PM10. Al riguardo l'assessore all'Ambiente, Alberto Bellini, ha informato le associazioni di categoria e i sindacati presenti che si è in attesa della normativa nazionale di recepimento della direttiva 2008/50/CE. In particolare a gennaio 2009 è stata notificata all'Italia la procedura di infrazione per superamento dei valori limite di PM10 in numerose zone per gli anni 2005, 2006, 2007. Non è stata concessa nessuna deroga per le zone del bacino padano per l'assenza di un piano nazionale per la qualità dell'aria. Le cause principali di emissione di PM10 nel nostro territorio sono tre: traffico, condizionamento ambientale ed emissioni delle attività produttive.

 

Le iniziative della regione Emilia-Romagna hanno favorito l'utilizzo di veicoli alimentati a gas e la sostituzione del parco auto più obsoleto, anche in seguito alle limitazioni adottate nei giovedì. Queste azioni vanno aggiornate, in particolare promuovendo l'utilizzo del trasporto pubblico locale rispetto ai mezzi privati e promuovendo la sostituzione del parco veicoli commerciali e pubblici. Il Comune di Forlì ritiene importante promuovere l'uso del mezzo pubblico per i percorsi casa lavoro, anche attraverso opportuni incentivi e progettando linee dedicate, coordinate con parcheggi scambiatori, per chi proviene dai comuni del comprensorio. Analogamente occorre promuovere la riqualificazione energetica delle abitazioni e delle attività produttive".

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Merdonze
    Merdonze

    state sempre a lamentarvi, io voto casini ma riconosco che la giunta del comune di forlì sta lavorando bene

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    Ma si potrà fare una cosa con mille ma e mille se ?!?!?!?! Solo per alcuni , solo per un giorno , solo in certe zone ... Ma a chi serve??? Non si può fare come fa anche la più vicina cesena per esempio? Si arriva sempre dopo anni a forli....

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -