Forlì: dagli scippi ai furti in clinica, in manette 46enne meldolese

Forlì: dagli scippi ai furti in clinica, in manette 46enne meldolese

Il Capitano Fabrizio Fratoni, foto di repertorio

FORLI' - Il lupo perde il pelo ma non il vizio. E' il caso del 46enne meldolese Villiam Capacci, volto noto delle forze dell'ordine, arrestato nel fine settimana dai Carabinieri della stazione di San Martino in Strada per una serie di furti compiuti tra il novembre dello scorso anno e l'inizio di febbraio alla clinica "Villa Serena" di Forlì. L'accusa è di furto aggravato e continuato. I colpi accertati sono una decina e gli hanno consentito di accumulare circa 4mila euro.

 

Le indagini, denominate "Sanità Serena, hanno mosso i primi passi in seguito ad alcune denunce presentate dai degenti della clinica che si erano visti sparire i propri portafogli o somme di denaro. Gli uomini dell'Arma hanno raccolto alcune testimonianze anche tra i dipendenti della struttura, riuscendo però a restringere la cerchia dei sospettati grazie alle immagini immortalate dalle micro-camere spia e da quelle già presenti di videosorveglianza.

 

Capacci entrava nella clinica dall'ingresso principale. Quindi visitava i diversi reparti, razziando portafogli o limitandosi a prendere i contanti. Quindi si dileguava dalle porte di sicurezza. Nel weekend l'epilogo delle indagini. Il 46enne, pedinato fino al litorale romagnolo tra Pinarella e Cesenatico, è stato arrestato al suo ritorno a Forlì. Il meldolese ha provato a negare ogni addebito. Ora si trova detenuto presso il carcere di Forlì a disposizione del pm Marilù Gattelli (gip Giovanni Trerè).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -