Forlì, dal Libano in visita alla Protezione Civile

Forlì, dal Libano in visita alla Protezione Civile

Forlì, dal Libano in visita alla Protezione Civile

FORLI' - Una delegazione libanese ha visitato giovedì pomeriggio il ‘Centro unificato provinciale' di protezione civile (CUP) di via Cadore 75 a Forlì. Alla delegazione del Paese del Medio Oriente è stata illustrata l'attività svolta dalla Provincia e, più in generale, il sistema di protezione civile a livello provinciale, caratterizzato da una forte integrazione tra gli enti e le strutture operative coinvolte (Prefettura, Vigili del Fuoco, Corpo Forestale dello Stato, strutture tecniche quali il Servizio tecnico di bacino e i Consorzi di bonifica), in piena sinergia con la Regione Emilia-Romagna e l'Agenzia regionale di protezione civile.

 

La delegazione è arrivata dalla conurbazione della città di Tripoli ed è composta dai futuri responsabili della loro sala operativa integrata (Civil Defence, Red Cross e Vigili del Fuoco) e dai rappresentanti di tre municipalità coinvolte. In tutto si tratta di 8 tra tecnici e funzionari, accompagnati da delegati del Dipartimento nazionale di protezione civile e dal rappresentante della Ong ARCS che supporta l'iniziativa.

 

La visita era inserita nell'ambito di un progetto per la gestione integrata delle emergenze, finanziato dal ministero degli Esteri italiano con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento italiano della protezione civile e dell'Agenzia di protezione civile della Regione Emilia-Romagna. Per tre giorni i rappresentanti della conurbazione di Al Fayhaa (composta dai Comuni di Tripoli, Beddaoui, Al Mina) della Croce Rossa, dei Vigili del Fuoco e della locale Protezione Civile, hanno incontrato i vertici del sistema regionale di protezione civile, per approfondire la conoscenza delle strutture dei centri e dei presidi, dei meccanismi di intervento in situazioni emergenziali e costruire una rete di competenze.

 

L'iniziativa, finanziata dal ministero degli Esteri, mira alla realizzazione di una sala operativa interforze nel comprensorio di Al Fayhaa, per migliorare la capacità di risposta locale all'emergenza, l'attuazione di progetti formativi e la dotazione di software e strumenti informatici per la redazione di piani di emergenza.

 

La visita in Emilia-Romagna, durata tre giorni, ho toccato le città di Bologna, Forlì e San Giovanni in Persiceto. A Forlì, in particolare, la delegazione ha visitato il CUP (uffici, sale operative, sede del coordinamento provinciale volontariato di protezione civile e l'autorimessa dove sono ricoverati i mezzi che costituiscono una porzione della colonna mobile regionale).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -