Forlì, deficit Sapro. Di Maio (Pd): "Urbanistica si fa nei consigli"

Forlì, deficit Sapro. Di Maio (Pd): "Urbanistica si fa nei consigli"

Forlì, deficit Sapro. Di Maio (Pd): "Urbanistica si fa nei consigli"

FORLI' - Riportare la discussione sui debiti di Sapro all'interno dei consigli e, come ha già detto il sindaco Balzani, nessuna possibilità che il debito dalla società passi sulle spalle del Comune. "I consigli comunali e quello provinciale sono i luoghi deputati alla discussione e alle decisioni sulle politiche urbanistiche del territorio": lo evidenzia Marco Di Maio, segretario territoriale del Partito democratico forlivese.

 

Il tema è il futuro della Sapro spa, la società pubblica che gestisce le aree produttive della provincia di Forlì-Cesena. "Il piano di rilancio - aggiunge Di Maio - deve partire da quella che è l'attività tipica della società, cioè la valorizzazione di aree produttive, che nulla ha a che vedere con operazioni aventi altre caratteristiche. Quel che è certo è che il piano non può addossare sugli enti locali esposizioni debitorie aggiuntive, anche perché Sapro non è l'unico fronte su cui le Amministrazioni locali sono impegnate nell'ambito della galassia di società pubbliche locali".

 

"Certo è importante, specialmente in questa fase di crisi, poter contare su uno strumento capace di favorire la ripresa economica offrendo, alle imprese che possono permetterselo, opportunità di crescita a condizioni più vantaggiose rispetto a quelle di mercato. Occorre però - conclude Di Maio - che questo strumento sia messo in condizioni di operare con questo scopo, grazie anche al coinvolgimento delle banche del territorio chiamate a fare la propria parte attraverso impegni chiari, precisi e concordati con gli enti soci di Sapro".

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    La verità è che le decisioni sull'urbanistica si prendono nei "caminetti" di partito o coalizione ai consigli è richiesto solo di avallare decisioni prese dall'alto.

  • Avatar anonimo di passatore
    passatore

    ...più facile far sparire i soldi da qualche parte e poi dare la colpa al governo centrale con la scusa dei tagli....quando ci libereremo di questi incapaci sarà sempre troppo tardi!

  • Avatar anonimo di sefossi
    sefossi

    il ragionamento di Di Maio e la posizione del Sindaco non sembra facciano una piega....speriamo che questa linea venga mantenuta, sarebbe un segnale di un grande cambiamento. Un altro segnale potrebbe arrivare da un chiarimento su quanto è successo in passato nella società. Non sarebbe male capire se qualcuno ha fatto affari con una società pubblica......banche comprese....

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -