Forlì: depositata la petizione sul testamento biologico

Forlì: depositata la petizione sul testamento biologico

La consigliera Sara Samorì

FORLI' - Martedì scorso è stata depositata in Comune una petizione per richiedere l'istituzione di un registro dei testamenti biologici. L'iniziativa della raccolta firme, il cui numero non è stato precisato dagli organizzatori, promossa dall'Associazione Luca Coscioni di Forlì, è stata portata avanti e presentata da Franco Laruccia, Cellula Coscioni Forlì, e da Sara Samorì, consigliera Pd.

 

"L'impegno, durante i mesi estivi, della raccolta firme per l'istituzione di un vero e proprio registro dei testamenti biologici nel Comune di Forlì e portato avanti attivamente con i volontari della cellula Coscioni di Forlì- afferma Samorì- ha ricevuto diverse attestazioni di interesse e sensibilità da parte di numerosi cittadini forlivesi, come testimoniano parte delle firme raccolte per la petizione".

 

Per la consigliera del Pd si tratterebbe di istituire un registro in cui vengano raccolte, su base volontaria, le intenzioni di chi non vuole essere tenuto in vita per forza.  Conclude la consigliera: "Credo sia importante che gli enti locali contribuiscano alla discussione con degli atti veri e propri per dare la possibilità a quanti vogliono di poter scegliere in piena libertà. Il registro certificherà il desiderio di chi firma questo testamento di esercitare il proprio diritto all'autodeterminazione sul trattamento sanitario di fine vita. In particolare servirà come testimonianza, contro eventuali contestazioni, della volontà di chi si è registrato di non essere sottoposto a ventilazione o alimentazione forzata nel caso di una malattia grave o di un incidente che comporti lo stato vegetativo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -