Forlì, diossina. Destinazione: "Chiusi tre allevamenti"

Forlì, diossina. Destinazione: "Chiusi tre allevamenti"

Forlì, diossina. Destinazione: "Chiusi tre allevamenti"

FORLI' - E' di nuovo allarme diossina. Il servizio veterinario dell'Ausl comunica in commissione provinciale di avere effettuato 31 campionamenti, di vario genere, nella zona compresa tra l'inceneritore e l'aeroporto, dei quali alcuni sono risultati positivi. Destinazione Forlì e l'Associazione Clan-Destino, rendono note le perplessità sulle "ordinanze restrittive su almeno tre allevamenti di cui si è venuti a conoscenza diretta, emanate dal sindaco il 24 e il 27 maggio, delle quali finora non era stata data notizia alcuna".

 

Dopo aver assistito alla commissione ambiente provinciale, richiesta dal consigliere provinciale del Pdl, Stefano Gagliardi, sul problema diossine, sollevato con i campionamenti dell'ISDE, Destinazione e Clan-Desdtino fanno sapere di avere notevoli perplessità in merito a quanto ascoltato. Sulle ordinanze "si è assistito solo ad un cenno fatto con una slide che poi ci è stato detto essere un'ordinanza firmata, dicendo semplicemente che era stata avvisata l'autorità preposta. Avremmo voluto sapere se tutte fossero riferite alla diossina trovata in eccesso nei campionamenti eseguiti dal Servizio Veterinario. Siamo rimasti con tanto di naso. A tal proposito ci si chiede anche perché non sia sta informata la cittadinanza e come mai inizialmente la AUSL avesse affermato che tutti i loro campioni erano negativi e poi, vista l'evidenza dei fatti (tre ordinanze di "chiusura" di tre allevamenti), non si sia provveduto alla rettifica".

 

"Altre perplessità sono scaturite circa le assicurazioni sulla bontà dei campionamenti in continuo, anche perché - ricorda Raffella Pirini, consigliere comunale di Destinazione - è da più di un mese che come consigliere comunale ho richiesto i dati del campionatore in continuo di Hera e non mi è stata data ancora risposta".

 

Esprime forti perplessità anche Michela Nanni dell'associazione Clan-Destino circa il posizionamento delle centraline che Arpa usa e circa il fatto che vengano raffrontati dati che provengono di fatto dalla stessa area di ricaduta. "Questa in realtà è molto più ampia di quella considerata negli studi sugli inceneritori in Emilia Romagna".

 

"È stata inoltre, da parte dei relatori, incredibilmente, associata la presenza di diossina all'aeroporto, quando in nessun articolo di letteratura scientifica è descritto che la diossina venga prodotta dagli aerei. Ma siamo proprio sicuri che le rassicurazioni dell'AUSL ,di ARPA e del Servizio Veterinario siano di conforto? "

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Virrotio Fabbri
    Virrotio Fabbri

    Questa volta credo che debbano rispondere, è impensabile un loro silenzio...

  • Avatar anonimo di materazzi
    materazzi

    Ma dove si nasconde il super biologico ecologico assessore Bellini quando si parla di inceneritori e diossina??,,,e il caro Sindaco Balzani che fa?, nasconde i risultati ai cittadini?...facciano sentire la loro voce!!....e anche in fretta per cortesia!!.

  • Avatar anonimo di Michelangelo Merisi
    Michelangelo Merisi

    ARPA e AUSL sono scandalose!!! E' una vergogna totale! Ma tutti quei bravi politichetti che abbiamo nelle giunte? dove sono? cosa fanno? Ridicoli come di consueto!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -