Forlì: due anziani trovati morti nell'indifferenza

Forlì: due anziani trovati morti nell'indifferenza

L'esterno dell'abitazione di via Erbosa

FORLI' - L'estate è la stagione del divertimento, della spensieratezza ma evidentemente anche dell'indifferenza. Di quell'indifferenza che apre ferite indelebili nel tessuto sociale della nostra città. Due anziani sono stati trovati morti nel giro di poche ore a Forlì all'interno delle proprie abitazioni. Il primo è una donna di 73 anni, Luciana Sbaraglia, il secondo è un anziano di 65 anni, Romano Fabbri, il cui corpo è stato trovato tra i rifiuti e non troppo distante dalla carcassa di un cavallo.

 

> MORTO IN MEZZO AI RIFIUTI, LE FOTO

 

Il cadavere dell'anziana è stato trovato nell'abitazione di via Sarti, dopo l'intervento dei Figili del Fuoco, allertati dai vicini che avvertivano uscire dall'appartamento un cattivo odore. Il corpo della signora era adagiato sul divano, di fronte alla tv, privo di vita forse da una ventina di giorni.

 

Nelle stesse ore i carabinieri hanno scoperto in via Erbosa, a Pievequinta, il cadavere di Romano Fabbri, a fianco del suo letto, immerso tra i rifiuti, residui di cibo e materiali di varia natura. Nella vicina stalla è stato rinvenuto anche la carcassa del cavallo del padre, mummificata da chissà quanto tempo. L'uomo era stato visto per l'ultima volta venerdì, quando probabilmente era uscito per andare a giocare al lotto. Poi probabilmente un malore lo ha sorpreso e portato alla morte.


Commenti (8)

  • Avatar anonimo di Marco Valli
    Marco Valli

    Per quanto mi riguarda, meglio morire così, soli e senza nessuno accanto ma liberi piuttosto che crepare in un ospizio, legati a un letto di contenzione circondati da aguzzini che, per il bene della comunità, privano gli individui della propria autonomia.

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    Beh gerry, c'è un'enorme differenza tra chi come te fà assistenza domiciliare e chi aiuta gratuitamente un'organizzazione di chiara matrice politica e non fà differenza se questa sia di sx o di dx. Se non ci fosse il volontariato, quanti Luciana Sbaraglia o Romano Fabbri leggeremo sui quotidiani? E dov'è la politica?

  • Avatar anonimo di gerry
    gerry

    Per Liberamente,se tu come me facessi veramente qualcosa di buono per qualcuno, non perderesti il tuo tempo nel tirare in ballo quelli che tu odi, capisco che ti faccia schifo chi lavora ad una festa liberamente, che sia dell'unità o di qualche altro partito, mi dispiace per te che non sai e non consci nulla di tutto questo e che ti permetti di esprimerti in questo modo, per te ho la stessa compassione di alcune persone che ho assistito,e che continuo a visitare mentre gli altri sono in vacanza.....Questa non attende una risposta sarebbe tempo perso...

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    Io non attacco "chi lavora perchè eventi come questi non accadano più". Ce l'ho con "i difensori dei deboli, campioni della solidarietà a parole e delle buone azioni pagate dagli altri", che "incassano alle feste dell'Unità (o come si chiamano adesso) e vanno in ferie" mentre "i deboli vivono e muoiono tra l'indifferenza, come sempre, anche in agosto". I primi probabilmente lavorano, i secondi sicuramente incassano alle feste dell'Unità (o come si chiamano adesso).

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    Due storie drammatiche,e tristissime . Ma rattrista anche il puntuale sciacallo anonimo, becero e meschino, che cerca di usare strumentalmente una notizia per attaccare chi lavora perchè eventi come questi non accadano più.

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    I difensori dei deboli, campioni della solidarietà a parole e delle buone azioni pagate dagli altri, incassano alle feste dell'Unità (o come si chiamano adesso) e vanno in ferie; i deboli vivono e muoiono tra l'indifferenza, come sempre, anche in agosto.

  • Avatar anonimo di gerry
    gerry

    Non credo che questa volta centrino molto i politici, e penso pure che bisogna smetterla prendersela sempre con gli altri e pensare piuttosto a QUALE RESPONSABILITà ABBIAMO NOI NEI CONFRONTI DELLE PRESONE CHE CI VIVONO ACCANTO???e che cosa facciamo per chi è in difficoltà?????

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    Ecco il quadro della società di oggi. Esponenti politici, sindaci, assessori, consiglieri, etc..che giornalmente ci prendono per i fondelli (dx, centro e sx) e noi che viviamo nell'indifferenza più totale. Che tristezza....

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -