Forlì: due giorni di visite per combattere l�eiaculazione precoce

Forlì: due giorni di visite per combattere l’eiaculazione precoce

Forlì: due giorni di visite per combattere l�eiaculazione precoce

FORLI' - Due giorni di visite per combattere deficit erettile e, soprattutto, eiaculazione precoce. Nei pomeriggi di giovedì e venerdì, l'U.O. di Urologia dell'Ausl di Forlì offre la possibilità a chi soffre o teme di soffrire di tali problematiche di sottoporsi, su appuntamento, a un controllo gratuito, nei propri ambulatori al piano terra del padiglione "Morgagni". Per usufruire di questa opportunità occorre prenotarsi, chiamando il numero 0543 735045 dalle 11 alle 13.

 

L'unità di Urologia, diretta dal professor Eduard Bercovich, aderisce infatti agli "epdays", una "Tre giorni" di visite promossa in tutta Italia dalla Società italiana di Andrologia e dalla Società italiana di Urologia. «L'eiaculazione precoce è una delle patologie più frequenti nel maschio, ancor più del deficit erettile - illustra il dottor Teo Zenico, responsabile del servizio di andrologia - nel nostro paese ne soffre il 15-20% degli uomini».

 

Oggi si può contrastare o con farmaci off-label anestetici locali o ricorrendo a interventi di resezione dei nervi, così da ridurre la sensibilità del glande. «Prima di optare per simili soluzioni è meglio ricorrere a una terapia comportamentale di coppia o provare ad assumere, "al bisogno", un nuovo farmaco antidepressivo, il Priligy, in grado di diminuire il tempo dell'eiaculazione - commenta il dottor Zenico - in ogni modo, al centro di tutto c'è il rapporto di coppia: l'eiaculazione precoce è un discorso comportamentale, dipende sempre dalla partner con cui ci si trova, dunque bisogna discuterne e affrontarlo insieme».  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -