Forlì, è la serata di Noa. Note magiche da Israele

Forlì, è la serata di Noa. Note magiche da Israele

Forlì, è la serata di Noa. Note magiche da Israele

FORLI' - L'attesa è quasi finita. Giovedì sera sbarca in Piazzetta della Misura il fascino eclettico di Noa. La cantante israeliana con la sua voce conturbante sarà accompagnata dai suoi storici musicisti, Gil Dor alle chitarre, Gil Zohar alle tastiere e basso elettrico e Gadi Seri alla batteria e percussioni. Le sue canzoni sono fortemente influenzate dall'ambiente israeliano, con le sue contraddizioni, dalle radici ai due lati del mare, sia nel paese della diaspora, sia in Israele.

 

Nata a Tel Aviv il 23 giugno 1969, da una famiglia di ebrei yemeniti costretti a fuggire dal loro paese a causa dell'ostilità seguente alla proclamazione dello stato d'Israele, Achinoam Nini (questo il suo vero nome), a due anni si trasferisce a New York dove il padre, docente universitario, si è trasferito per lavoro. È un'artista profondamente impegnata nell'utilizzo della musica come strumento di riavvicinamento fra popoli in conflitto, con particolare riguardo alla tragica questione mediorientale.

 

Forse per questa ragione è stata scelta da Roberto Benigni per cantare il pezzo principale della colonna sonora del suo film La vita è bella, scritta da Nicola Piovani.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -