Forlì, Electrolux. Prosegue la trattativa

Forlì, Electrolux. Prosegue la trattativa

Forlì, Electrolux. Prosegue la trattativa

FORLI' - Si è svolto giovedì a Bologna un nuovo incontro tra i sindacati e la Direzione del Gruppo Electrolux sul piano di riorganizzazione dello stabilimento di Forlì. Il confronto si è aperto con l'analisi degli effetti del piano dell'azienda sulle condizioni di lavoro in catena di montaggio. FIM-FIOM-UILM hanno chiesto di poter negoziare tutti gli aspetti riferiti all'organizzazione del lavoro "in quanto non consideriamo accettabile il peggioramento delle condizioni di lavoro in fabbrica".

 

Gli aspetti riguardano tempi, numero di pezzi all'ora, saturazioni, attenzione alle caratteristiche dei pezzi prodotti, numero di persone sulle catene di montaggio, verifica sui posti disponibili per i lavoratori con problemi di salute, rinegoziazione delle attuali forme di esternalizzazione e decentramento.

 

Sono già previste due nuove sessioni di trattativa, sempre a Bologna, l'11 e il 19 maggio prossimi, per affrontare sia le questioni dell'organizzazione del lavoro (11 maggio), sia gli strumenti per la gestione degli esuberi (che l'azienda definisce "eccedenze").

 

"Come FIM FIOM UILM - si legge in una nota - abbiamo a questo proposito ribadito la richiesta di ridurre il numero complessivo di uscite (nel proprio piano l'azienda indica in 300 le "eccedenze" di personale) e di difendere e anche aumentare il numero di part-time. Abbiamo inoltre riconfermato la nostra indisponibilità a percorrere qualsiasi strada che non sia fondata esclusivamente sulla volontarietà dei lavoratori; insomma i licenziamenti non sono e non saranno accettabili. Martedì 4 maggio si terranno le assemblee dei lavoratori dello stabilimento di Forlì con la presenza dei coordinatori nazionali di FIM FIOM UILM per il Gruppo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -