Forlì, elezioni 2010. I Verdi: "Regione Romagna? Non vogliamo un nuovo Molise"

Forlì, elezioni 2010. I Verdi: "Regione Romagna? Non vogliamo un nuovo Molise"

FORLI' - E' vero che quando arrivano le elezioni ciascun partito si ingegna a trovare proposte che gli portino qualche voto , ma crediamo ci sia un limite di decenza.

 

Non contestiamo in sé la proposta della regione Romagna, che comunque riteniamo sbagliata e controproducente per i cittadini e per l'economia del nostro territorio ma siamo allibiti dalle motivazioni che vengono addotte dalla coppia "gemella " dei sostenitori , Lega e IDV.

 

Gemella perché la loro proposta è colma di antipolitica e demagogia, senza guardare troppo per il sottile.

 

Sostengono, entrambi di voler combattere gli sprechi e i costi  della politica, ne fanno un vanto, poi come se niente fosse propongono la costituzione di un altra regione, con tanto di presidente, assessori, consiglieri, società partecipate, Ausl, corti d'appello, università autonoma e quant'altro si porta dietro una istituzione regionale.

 

Così il modello istituzionale prospettato dai due partiti porta a sintesi  il becero localismo dei leghisti  con il modello molisano che pervade l'IDV.

 

Avanzino piuttosto proposte serie su come far funzionare meglio la Regione che c'è, rendendola più efficiente, vicina a i cittadini e ai loro problemi, maggiormente capace di sostenere l'occupazione, di garantire mobilità e sicurezza, di assicurare un welfare degno di un paese moderno, di tutelare meglio il proprio territorio e i suoi beni culurali.

 

Di queste cose hanno bisogno i cittadini di questa regione, non di un nuovo Molise.

 

Federazione dei Verdi di Forlì-Cesena

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di mm77
    mm77

    Beh innanzitutto complimenti per il rispetto mostrato nei confronti del Molise e dei molisani....non stupisce che i verdi con queste sparate siano oramai scomparsi elettoralmente. Quanto al paragonare la Romagna al Molise mi pare alquanto disonesto, in quanto la prima è inserita in un contesto geopolitico molto diverso, con risorse evidenti da valorizzare, con un numero di 3/4 volte maggiore del molise stesso. Sono forse i romagnoli cittadini di serie B rispetto ai molisani e a tutti gli italiani in generale, visto che non posso godere dei basilari diritti costituzionali ? Essi tra le tante cose solo per fare un esempio tirano fuori quello dell?università ? Perchè in Emilia devono esserci 4, dico ben quattro università (Bologna, Ferrara, Reggio-Modena e Parma) mentre in Romagna, con un bacino di più di 1.000.000 di abitanti non ne abbiamo NESSUNA, perchè avere le succursali di Bologna non significa avere una propria università. La Romagna pretende di essere una regione al pari delle altre nè più nè meno, come lo era prima, e come le è stato negato dopo.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -