Forlì, elezioni. Alessandrini (Pd): "Ridare dignità al lavoro è una priorità"

Forlì, elezioni. Alessandrini (Pd): "Ridare dignità al lavoro è una priorità"

«Il primo soggetto che sta pagando duramente il prezzo della crisi economica è il lavoro. Il Partito Democratico chiede che il Governo metta urgentemente mano alla riforma dello stato sociale, approvando subito un provvedimento di proroga degli ammortizzatori sociali, per evitare il rischio della mobilità per molte lavoratrici e lavoratori».

 

Tiziano Alessandrini interviene sul tema del lavoro alla vigilia del settimo Congresso della CGIL di Forlì, che si apre martedì 2 marzo alle ore 14 nell'Auditorium della Cassa dei Risparmi di Forlì.

 

Cosa fare per il lavoro in tempo di crisi? La battaglia di giustizia sociale che il sindacato si prepara a combattere contro il Governo con lo sciopero indetto per il 12 marzo si basa sulla rivalutazione di valori etici e morali, sul riconoscimento del lavoro in una rinnovata idea di economia verde e su un'idea della politica di lotta contro le diseguaglianze. Con l'obiettivo primario di bloccare prima di tutto i licenziamenti, trovando invece una risposta concreta ai bisogni di tanti lavoratori e famiglie ormai sulla soglia di povertà.

 

«Per contrastare la crisi - dice Alessandrini - partiamo da questi punti di riferimento: contrastare la precarietà, riformare il sostegno al reddito e alle pensioni attraverso la riduzione delle tasse e, per i giovani, sostituire la pletora di contratti precari con un contratto unico di accesso al lavoro. Vogliamo anche - aggiunge - disciplinare per legge le regole di fondo della rappresentanza sindacale, per favorire l'unitarietà e rispristinare un modello corretto di relazioni sociali e industriali. Bisogna ri-valutare il valore e la dignità del lavoro. Un argomento per il quale il Governo nazionale, in questi anni, ha fatto l'opposto di ciò che bisognava fare».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -