Forlì, elezioni. Forza Nuova chiede l'astensione

Forlì, elezioni. Forza Nuova chiede l'astensione

FORLI' - " Le vicende elettorali con  il caos delle liste  hanno mostrato a tutti gli italiani lo stato fatiscente delle istituzioni liberaldemocratiche e la sempre minore credibilità dei meccanismi rappresentativi dell'Italia liberalberlusconiana.    Il passaggio dalla democrazia bloccata di democristiana memoria  alla democrazia dei trucchi e degli espedienti finalizzati, prima di tutto, ad impedire il rinnovo di una classe politica ormai allo sbando mai come adesso si è manifestato in maniera così evidente. Leggi, leggine, decreti ad listam, esclusioni, ricorsi, riammissioni , unite a regole diverse da regione a regione, hanno gettato gli italiani, se ce ne fosse ancora bisogno, nella confusione più totale".

 

Lo ha dichiarato Claudio Marconi, segretario di Forza Nuova Romagna, che sottolinea come la linea del suo partito sia quella di astenersi dal voto del 28 e 29 marzo.

"Pertanto, in considerazione di questo scandaloso panorama, dove anziché discutere di scuole, ospedali,servizi pubblici,lavoratori espulsi dal mondo del lavoro, crisi economica,aziende che chiudono o delocalizzano si continuano i balletti se votare questo o quel candidato, uno si affanna a dire che si impegna, un altro è sempre presente,  il terzo fa,il quarto promette ciò che non può mantenere - la situazione dei guasti dell'immigrazione è talmente evidente a Milano, dove la Lega, direttamente od indirettamente, governa da più di venti anni  per dimostrare che non esiste la volontà di risolvere il problema".

"La scelta di Forza Nuova - conclude Marconi - non può che essere che quella dell'astensione, e ci auguriamo che sia la scelta anche di tutte le persone in buona fede che si definiscono di destra".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -