Forlì, elezioni: la destra al lavoro. Bartoletti e Nervegna in pista

Forlì, elezioni: la destra al lavoro. Bartoletti e Nervegna in pista

Forlì, elezioni: la destra al lavoro. Bartoletti e Nervegna in pista

FORLI' - Il Centrodestra si muove verso le elezioni amministrative con un'alleanza sicura, quella tra Pdl e Lega. Intorno a questa gravitano i partiti che faranno parte del tavolo programmatico che si aprirà venerdì: Pri, Viva Forlì e Udc. Ma ancora si è in una fase di valutazione degli intenti e soprattutto, per alcuni, di difesa della propria identità. "Chi non sta con noi, sta con la sinistra", afferma Nervegna (FI). Marino Bartoletti (Viva Forlì) non esclude la sua candidatura.

 

"La volontà è quella di portare avanti un tavolo comune, per capire se volgiamo tutti le stesse cose - sottolinea Nervegna - chi decide di non fare parte dell'alleanza di Centrodestra fa il gioco della sinistra, per inseguire una propria logica di potere. Romano Baccarini (Viva Forlì ndr) continua a rincorrere questo sogno del centro".

 

La Lega dice chiaramente no alle ambiguità: "Venerdì ci sarà il primo vero incontro di governo - afferma Gianluca Pini, deputato lega Nord Romagna - con alla base, per la strategia del 2009, la solida alleanza che va avanti dal 2000. Spero che il Pri sciolga una certa riserva, legata alla politica delle mani libere. Se si fa un accordo politico deve essere su tutta la provincia".

 

Quello che Lauro Biondi, consigliere comunale del Pri, conferma, per ora, è "la volontà di esprimere un progetto alternativo al Centrosinistra, che certamente implica un rapporto con l'alleanza di Centrodestra, partecipando al tavolo, pur rivendicando un candidato ed un programma 'più repubblicani'. Il Pri ha comunque la 'presunzione' di credere di essere determinante, soprattutto per la radicata storia locale, nella scelta dell'elettorato forlivese".

 

Altro discorso va fatto per L'Udc, definito da Pini "un cancro politico da cui ci siamo liberati".  Ovviamente il partito reclama, anche se aperto al dialogo, la propria dignità: "Riteniamo ci siano le condizioni per un'apertura, considerando l'opposizione che abbiamo fatto insieme in tutti questi anni - spiega Andrea Pasini, segretario provinciale dell'Udc -  ma ovviamente vogliamo la possibilità di avere il nostro simbolo e la nostra dignità e soprattutto di far pesare sul programma la nostra battaglia sull'etica e la moralità, per la quale abbiamo visto non esserci spazio nel Centrosinistra".

 

Sembra faticosa, con queste premesse, un'alleanza: "Su temi politici ed amministrativi ci sono ambiguità che vanno chiarite - affonda Pini - non accettiamo ricatti democristiani".

 

Viva Forlì si muove "in totale indipendenza - chiarisce il leader Marino Bartoletti - con continuità e coerenza. Siamo aperti a tutto. La mia candidatura a Sindaco? Dobbiamo raccogliere quello che abbiamo seminato a Forlì in questi anni, sono aperto anche a questo".

 

A proposito di candidature i nomi sono sempre gli stessi, Wanda Burnacci è vivamente appoggiata dal Pdl, aleggia ancora nell'aria il nome di Alessandro Rondoni, mentre la Lega  pensa a candidati giovani: "Ho 2 nomi in testa - spiega Pini - sarebbe ideale una persona intorno ai 40 anni, ben identificabile, conosciuta e apprezzata". Dalla stampa spunta anche la possibilità Nervegna: "Del mio nome non abbiamo parlato - smentisce lui stesso - sto facendo un lavoro in Regione e so che quello di Sindaco sarebbe completamente diverso e molto più impegnativo, ma se sarà la volontà comune la accetterò, anche se con sacrificio, per tutto quello che la città di Forlì mi ha dato".

 

Il lavoro portato avanti insieme da Pdl e lega procede: "Cerchiamo di abbozzare un programma fino a metà ottobre - conferma Nervegna - poi si inizia a parlare di candidature". "Serve un programma con pochi punti che chiariscano bene i progetti sul territorio- fa eco Pini - sta prendendo corpo bene. Credo che a livello locale ci siano le condizioni ottimali per un buon risultato: una classe dirigente in grado di governare e dei cittadini che non voteranno con il paraocchi, ma valutando la migliore offerta per il loro futuro".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiara Fabbri

Commenti (13)

  • Avatar anonimo di g.franco
    g.franco

    Molti elettori di centrodetra, quelli riferiti ad alleanza nazionale (di forlì;) sono restii a votare una eventuale lista unica PDL. Naturalmente questo non avvera',perche' alle amministrative si sa, che gli schieramenti politici nella scheda elettorale avranno il proprio simbolo. Tengo a rammentare che a Forlì, in occasione delle regionali precedenti, si creo' una spaccatura all'inerno di AN (tutt'ora esistente) quindi il bravo Nervegna,Pini,e Bartoletti, dovranno tenere conto sulla inevitabile flessione in voti ad AN.Per evitare che parte di loro si (astenessero pochi) o disperdessero il loro voto in altre eventuali formazioni politiche, sarebbe bene ''rincuorali'' e invitarli ad impegnarsi con i restanti partiti del PDL.Sarebbe quindi opportuno ''invitare'' coloro che si impegnarono alle regionali precedenti a sostegno del compianto Avv. Giovanni Fontana. Indicherei (a titolo personale) i nomi di Avv: Luigi Fratesi, Dott.Andrea Mantellini, Gastone Proli. Evidenziando il loro contributo, nella ''battaglia'' comune contro le sinistre, portera' senz'altro beneficio, e la speranza che anche a Forlì, la sinistra perda il comune.

  • Avatar anonimo di Jaguarista
    Jaguarista

    La Masini se lo può scordare il mio voto. Preferisco Bartoletti.

  • Avatar anonimo di Luca
    Luca

    Io non voterò Nadia Masini come non l'ho votata l'altra volta. ma se di qua c'è Bartoletti allora sceglierò l'attuale sindaco. Alla fine a forlì si vive bene, basta girare il paese per rendersi conto di questo.Questo di Libertà e futuro non so manco chi sia..

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    Non ti so dire Arnaldo se siano serie, ho letto che all'interno del Pd molti hanno storto il naso per questo scioglimento della riserva della sindaca così vicino alle primarie,dissenso motivato dal fatto che gli altri candidati non hanno certo la visibilità di cui invece lei può godere, inaugurazione di una rotonda, di una scuola, assemblea per lo stato di attuazione del programma ... vedremo. Certo il professore che citi è stimato, non cosa propone per la città, è anche autonomo da ex DS e ex margherita, quindi se come dici anche un elettore di destra lo potrà votare tanto meglio perchè non credo che ce la possa fare coi soli voti degli iscritti al PD che immagino gia dove andranno. Ma poi si candida? Perchè non ho saputo nulla. E io sognavo una maxi sfida (tipo rivincita dei nerds) fra i millantati giovani Castagnoli e Rosetti

  • Avatar anonimo di Mariachiara
    Mariachiara

    Noi stiamo seguendo la politica da molto ma devo dire che gli attuali nostri rappresentatnti locali non mi piacciono per nulla, ne maggioranza e ne opposizione. NOI e molti altri voteremo per LIBERTA' E FUTURO di Baldini, ci pare l'unica persona che possa portare aria nuova a Forli. Mariachiara, Massimiliano, Giovanni e Monica-i

  • Avatar anonimo di arnaldo
    arnaldo

    .. ehi Paolo1 .. ma ho saputo che nel PD forlivese fanno le primarie.. serie e si candida un professore universitario preside a ravenna .. forlivese doc che conosce forli' , ha 46 anni è fuori dagli schemi delle sacrestie dei vecchi notabili.. perchè non provare.. almeno un tentativo di rinnovamento e .. a casa la masini ha sempre vissuto di politica .. deputato, sottosegretario, presidente serinar... ecc. 30 anni ... tutti possono votare per le primarie .. anche chi voterà a destra.. il voto per le primarie è aperto a tutti i cittadini indipendentemente dal come la pensano,, aiutiamo il cambiamento,,,, che ne dite?

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    effettivamente lo studio che citi matteol ha parecchi incarichi con istituzioni ecclesiastiche, certo sarà casuale che la persona a cui ti riferisci sia impegnata politicamente con l'udc. con questo non voglio dire che non faccia bene il geometro. diciamo che ognuno tira l'acqua al suo mulino, per parcondicio. per non dire di peggio in alcuni casi. comunque concordo sul fatto che anche il centro destra non abbia esponenti particolarmente competenti, però ragazzi di la ricandidano la nadia.

  • Avatar anonimo di renzo397
    renzo397

    Arnaldo ,concordo con l'analisi da te fatta.Ma leggendo gli altri commenti noto alcuni fan degli ex democristiani,come alternativa alla Masini.Pensa che affare! Ne consegue che tra capire e non capire c'è la sua differenza,evidentemente per gli illustri concittadini la differenza si è livellata.L'unica vera novità sarebbe la lega,per rappresentare uno strappo con il passato,ma conosco l'elettore forlivese ,in definitiva conservatore.

  • Avatar anonimo di arnaldo
    arnaldo

    Ma... sono convinto che se il candidato fosse Nervegna.. e facesse il sindaco come quando lavorava ( facendo finta) in comune a Forli' altro che città da terzo mondo. Brunetta impallidirebbe per avere in casa un esempio di fannullone storico .. ieri, oggi, e sempre.Burnacci... la prima socialista che ha amministrato con i comunisti e non li a mai rinnegati, che coerenza..Biondi .. forse rappresenta se stesso .. visto che il 70% dei pochi repubblicani rimasti è per il centro sinistra. Bartoletti.. la negazione della politica..slogan, frasi fatte e finto sentimentalismo.. solo interesse per sentirsi il primo della classe... era un bravo giornalista ma da quando la Ventura lo fece cacciare dalla Rai non si è più rifatto, ridicolo anche nelle trasmissioni delle olimpiadi. Pini .. non ha mai fatto un lavoro.. era un disoccupato.. duro e puro ....come vagabondo però...questa è l'alternativa? allora dateci ARMANDINO almeno era simpatico come oppositore

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Andrea Pasini e' da anni un serio e stimato professionista conosciuto in tutta la citta', che solo recentemente ha deciso di entrare in politica. Pini, per dirne uno, fa parte invece di quelli che fanno "i politici" di professione, e a quanto risulta non ha mai fatto nulla in altri campi, cosi' come Nervegna (che peraltro non e' che abbia fatto granche' nemmeno in ambito politico, salvo lamentarsi e frignare a voce alta). Personalmente trovo assai piu' rispettabile ed affidabile una persona che si occupa di politica *parallelamente* alla propria attivita' privata, piuttosto di chi fa "il politico" di mestiere, cosa che odora di opportunismo (a pensar male si fa peccato ma spesso ci si prende, si dice). Associare l'"etica" al partito della liberta', poi, e' uno splendido ossimoro.

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    "l'unica persona capace e competente nei nomi qui sopra" Pasini?!?! ahahah

  • Avatar anonimo di alice kappa
    alice kappa

    NERVEGNA sarebbe un ottimo sindaco e anche la Burnacci, l'UDC forlivese può dare un contributo importante e la Lega deve accettarlo. Credo che il centro destra dovrebbe avere come valore comune il recupero della fiducia dei cittadini con scelte chiare ma forti, vicine ai bisogni della gente comune. Occorre recuperare l'ETICA della politica e il buongoverno che la Masini ci ha dato solo a parole. L'ipocrisia della sinistra va sconfitta con le capacità di governo, con la trasparenza ee con il senso di responsabilità verso i cittadini. Credo che il centro destra dovrebbe puntare sulla dottrina sociale della Chiesa e sui valori sturziani che sono più che mai attuali.

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Ah beh. Fa piacere vedere che i vari politici dell'opposizione locale cominciano a litigare ed insultarsi fra di loro prima ancora di sedersi ad un tavolo a discutere, offrono un quadro molto rappresentativo di quello che potrebbe essere il futuro della nostra amministrazione comunale. Divertentissimo poi Nervegna che gongola facendo il finto disinteressato, mi par di vederlo che suda e si frega le mani. Bah, speriamo che salti fuori qualcuno di serio, per ora l'unica persona capace e competente nei nomi qui sopra e' Pasini.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -