Forlì, elezioni. Maltoni (Pd): "Sinistra e destra uguali per le donne ? Certo che no"

Forlì, elezioni. Maltoni (Pd): "Sinistra e destra uguali per le donne ? Certo che no"

Sinistra e destra uguali per le donne ? Direi proprio di no. Nonostante questo a Forlì , se raccoglieranno le firme necessarie, saranno presenti nella competizione per le amministrative ben due le liste di sole donne, di cui una espressamente sostiene di ritenere indifferenti le politiche di destra e quelle di sinistra, l'importante è che si eleggano donne. Anche io ritengo assolutamente necessario raggiungere al più presto parità di rappresentanza femminile nel mondo politico ed istituzionale e per questo motivo ho aderito ad un partito, il Partito Democratico,  che prevede per Statuto la parità di genere non solo negli organismi di partito , ma anche nelle liste,  come un obiettivo da raggiungere.

 

Ma le politiche non sono intercambiabili: non è un caso che le regioni dove c'è il maggior tasso di occupazione femminile, la maggior disponibilità di servizi per l'infanzia e per la famiglia, la più elevata rappresentanza politica al femminile, sono quelle dove storicamente le forze che esprimono gli attuali partiti di centro-sinistra governano o hanno governato per decenni. La nostra regione da questo punto di vista  è emblematica, in quanto ha già superato da vari anni tutti gli obbiettivi di parità uomo-donna stabiliti dall'Europa.

 

Vorrei che le amiche che sostengono che destra e sinistra sono uguali, provassero a vivere nella  regioni del sud d'Italia, governate dal centro destra, per vedere qual è il tasso di occupazione femminile e quale disponibilità di posti nido c'è per le mamme che lavorano. Vorrei che provassero, la difficoltà delle ragazze che vivono in quelle regioni,  per trovare un consultorio familiare o a richiedere di poter partorire senza dolore, per vedere quali risposte offre la sanità pubblica, nelle regioni dove governa il centro destra e si è puntato tutto solo sul privato. Ci sono ambiti in cui l'integrazione pubblico privato, come è accaduto nella nostra realtà, anche a livello del comune di Forlì,  consente di avere un maggior livello di offerta di servizi, ma la maternità ( e la paternità ) sono un costo sociale che non può ricadere solo sui singoli genitori, perciò l'intervento pubblico è imprescindibile.  

 

Altro che slogan come quelli di Rondoni sulla caduta del muro di Berlino, peraltro già avvenuta ormai da vent'anni. Parliamo di cose serie: come sapere dove il governo Berlusconi ha fatto sparire i soldi stanziati dal Governo Prodi per il piano nazionale sugli asili nido, che ora sarebbero già costruiti se questi soldi non fossero stati immediatamente dirottati ad altro. Queste sono le cose importanti per le donne, non gli slogan. Dove è sparita la legge a sostegno dell'imprenditoria femminile che nel sud ha fatto nascere tante attività di donne,  perché ci vogliono anni per sapere se un progetto di conciliazione in base alla legge 53/2000 è stato finanziato o no ? Come mai quando invece un provvedimento interessa direttamente il presidente del consiglio lo si approva in pochi giorni ?

 

Non credo che chi ha attuato e sta attuando una politica pessima per il mondo femminile abbia le carte in regola per fare meglio a livello locale, perciò invito tutte le elettrici ad aprire bene gli occhi. E ricordo che il candidato del centro sinistra Roberto Balzani, ha già dichiarato in più di una occasione che non solo vuole una lista per il consiglio comunale con una presenza paritaria di donne, ma anche che intende avere una giunta che lo affianchi per metà al femminile. Dagli altri candidati fino ad ora ho sentito solo generici richiami all'importanza dei giovani e delle donne.

 

Maria Maltoni

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

direzione territoriale PD Forlì

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Veronica Dal Bianco
    Veronica Dal Bianco

    Dall'articolo della Sig.ra Maltoni si evince che in termini di sostegno alle donne e all'attivazione di strumenti a supporto di tale problematica l'attuale amministrazione ha lavorato molto bene e la prende ad esempio per evidenziare la differenza tra politiche di destra e di sinistra. Mi piacerebbe, allora, chiedere alla Sig.ra Maltoni come mai, se l'amministrazione ha lavorato bene e lei ha tanto a cuore le sorti delle donne e ne difende il ruolo in politica, alle primarie del 14 dicembre 2008 ha sostenuto Balzani piuttosto che Nadia Masini. Eppur mi sembra di ricordare che 5 anni fa era tra le sue più fervide sostenitrici.....

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -