Forlì, elezioni. Minutillo a Bartoletti (Viva Forlì): "L'insettillo ti punzecchia"

Forlì, elezioni. Minutillo a Bartoletti (Viva Forlì): "L'insettillo ti punzecchia"

Forlì, elezioni. Minutillo a Bartoletti (Viva Forlì): "L'insettillo ti punzecchia"

 

FORLI' - Non si fa attendera la reazione di Francesco Minutillo alla dura risposta che Viva Forlì, attraverso il suo leader Marino Bartoletti, ha rifilato alla lettera aperta ‘in morte' del movimento civico scritta dal candidato sindaco de La Destra.

 

"Dispiace che il fondatore, animatore, capogruppo, presidente, dicitore, giornalista, reporter, direttore e cronista sportivo di "Viva Forlì" - afferma Minutillo - si sia adontato per le poche, ma chiare, parole che come candidato per "la Destra" ho voluto pronunciare sulla fine politica, e - direi- a questo punto anche culturale, della lista civica che evidentemente tutto doveva al suo levatore. Però i fatti stanno in poche parole".

 

"Avremmo voluto vedere il simbolo civico di "Viva Forlì" affiancato a tutti quelli del Centro-Destra, incluso il nostro, a sostenere Alessandro Rondoni - confessa il candidato sindaco -. Non è stato così. Dopo mesi di discussione la montagna che sovrasta Rondoni accoglierà i topolini di "Viva Forlì". Quattro candidati provenienti da "Viva Forlì" nel Pdl, due e forse più nell'Udc, altri due nella Lega Nord, un altro forse nel Pri e un altro ancora probabilmente nella lista civica per Balzani. E questa sarebbe la formazione che vuole continuare un'autonoma vita politica nella comunità forlivese? Non scherziamo".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono davvero dispiaciuto che Marino Bartoletti non sia riuscito a frenare i propri esponenti a disperdersi nelle varie liste - conclude il giovane candidato sindaco -. Sappiamo che non è colpa sua, ma da buon cronista sportivo dovrebbe sapere che in politica, il diavolo fa le pentole ma anche i coperchi. Spetta a Marino capire chi è il suo diavolo persecutore: non è certo l'insettillo, quello solo ti punzecchia". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -