Forlì, elezioni. Viva Forlì al Pdl: "No grazie"

Forlì, elezioni. Viva Forlì al Pdl: "No grazie"

FORLI' - Troviamo sconcertante e inattuale la lettera aperta che il PDL ha pubblicamente indirizzato a "Viva Forlì", invitandola a "sostenere coi propri uomini le liste politiche collegate a Rondoni e a dar corpo a un progetto plurale, ecc ecc...".


La nostra convinta disponibilità a sostenere la candidatura di Alessandro Rondoni - nel nome di un' alleanza ampia ed efficace - è nota e ufficiale sin dal 4 febbraio, giorno della convention al Salone Comunale ed è stata riaffermata il 16 febbraio in un incontro fra i partiti dell'attuale opposizione.


Quello che abbiamo ricevuto in cambio - dalle parole di un imbarazzato candidato sindaco e dalla lettura di fantasiose interviste che addirittura ci attribuiscono "apparentamenti" da noi mai immaginati - è stato fino ad ora un altezzoso, superficiale e tranciante rifiuto alla nostra "mano tesa": nel nome di strampalati calcoli e di ancor più incomprensibili "dogmi" politici, secondo i quali "le liste civiche non hanno più diritto di esistere". Da qui, l'imprevedibile rigetto unilaterale di ogni decorosa forma di collaborazione; da qui addirittura la pretesa di un nostro autoaffondamento! Noi siamo convinti che le battaglie si vincano sommando le forze, non elidendole: altri, evidentemente, la pensano in maniera diversa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


"Viva Forlì", terzo movimento politico cittadino per consensi e rappresentanza, ha una sua piccola storia, ma soprattutto ha una sua grande dignità. Chiunque voglia metterla in discussione - "alleati" o "avversari" che siano - da adesso in poi riceverà risposte documentate, ferme e puntuali. Ma fin, da ora, una preghiera: non prendiamoci in giro amici del PDL (e parti annesse: "bipolariste" o "terzopoliste" a secondo del caso)! E soprattutto non prendiamo in giro la città!
 
PS: Le elezioni amministrative si terranno il 6 e il 7 giugno, non il 7 e l'8 come scritto nella "lettera aperta". Se proprio si vuole fare "la rivoluzione", almeno la si faccia nei giorni giusti!
 
Il Comitato direttivo di "Viva Forlì"

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -