Forlì, entro la fine dell'estate "porta a porta" per altri 12mila forlivesi

Forlì, entro la fine dell'estate "porta a porta" per altri 12mila forlivesi

Forlì, entro la fine dell'estate "porta a porta" per altri 12mila forlivesi

FORLI' - Raccolta dei rifiuti "porta a porta" in fase di espansione. Mercoledì mattina è stato annunciato il progetto esecutivo per la zona due, che comprende i quartieri Bussecchio, Grandi musicisti e benefattori. Nella seconda metà di giugno partirà la comunicazione nei quartieri, dalla seconda di luglio la distribuzione dei contenitori, per terminare all'inizio di settembre con l'avvio al servizio, coinvolgendo 12.600 abitanti.


> LE FOTO DELLA VISITA DELL'ASSESSORE FREDA

 

E' il dato che emerge a poco più di due mesi dall'inizio del "porta a porta" nei quartieri Ronco, Villa selva e San Leonardo. Mercoledì mattina è stato fatto un sopralluogo, con l'arrivo da Bologna dell'assessore regionale Sabrina Freda. Assieme a Comune, Hera, Freda ha verificato sul campo i metodi di attuazione di questo progetto. "L'obbiettivo per il 2012 - sottolinea l'assessore comunale dell'Ambiente Alberto Bellini - è arrivare al 65% di raccolta differenziata nel territorio". "Anche se - precisa l'assessore provinciale all'Ambiente Luciana Garbuglia - l'ultimo miglio è sempre il più faticoso, dopo un lungo percorso". Sulla stessa linea l'assessore regionale Freda: "Il recupero - specifica - è una delle tre priorità della direttiva europea del 2008, a cui la Regione intende conformarsi, insieme alla riduzione a monte dei rifiuti e al riciclo".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A fronte di analisi sul territorio, è emerso che i comuni non rispondono alla raccolta differenziata alla stesso modo, per questo non è stato possibile adottare un modello unico, "ma - a quanto emerso dalle parole di Raffaella Zanfini, responsabile Hera Sot Forlì Cesena - i tanti modelli fanno capo al principio di cambiare le abitudini in casa nostra". E la sensibilità all'ambiente si unisce anche alle opportunità di sviluppo, affidando al sistema imprenditoriale il riciclaggio dei rifiuti.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -