Forlì, Federazione della Sinistra: "Opposizione sociale in piazza"

Forlì, Federazione della Sinistra: "Opposizione sociale in piazza"

FORLI' - Anche sabato, in Regione, sarà una giornata di lotta e di mobilitazioni. Oltre al movimento studentesco - che ha occupato scuole e università ed è uscito dalle aule per gridare la propria netta opposizione alla distruzione della scuola pubblica - saranno in piazza gli operatori sociali e i lavoratori che fanno riferimento al contratto Gas Acqua. In entrambi i casi in gioco c'è il rinnovo del contratto. Per quanto riguarda gli operatori sociali - si tratta a livello nazionale di 250.000 lavoratori - le centrali cooperative propongono soli 38 euro di aumento medio per tre anni. Una prospettiva indecente, che si accompagna a condizioni di lavoro pesantissime e al disegno più complessivo di indebolimento brutale del welfare pubblico (i fondi nazionali sul sociale passano dai 2 miliardi e 500 milioni ai 500 milioni stanziati per il 2011).

 

Anche per quanto riguarda i lavoratori dei servizi pubblici - si tratta di 50.000 lavoratori - la proposta è un aumento salariale irrisorio. Peraltro, tra le controparti, siede Federutility cui aderiscono Hera ed Iren. La compressione del costo del lavoro va di pari passo con la privatizzazione dei beni comuni, su cui è nato in questi mesi un grande movimento per l'acqua pubblica che sarà di nuovo in piazza sabato a Bologna. Sono giornate di opposizione sociale per chiedere non solo che Berlusconi vada a casa ma per chiedere il cambio radicale delle politiche pubbliche, delle condizioni dei lavoratori e degli studenti. Noi sappiamo da che parte stare.

 

FEDERAZIONE DELLA SINISTRA DI FORLI'

coordinatore Nicola Candido

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -