Forlì, fiaccolata del centro-sinistra contro il decreto salva-liste

Forlì, fiaccolata del centro-sinistra contro il decreto salva-liste

Forlì, fiaccolata del centro-sinistra contro il decreto salva-liste

FORLI' - La coalizione di centro-sinistra che a Forlì sostiene Vasco Errani marcerà compatta per una fiaccolata di protesta contro il decreto salva-liste. Martedì sera alle 20,15 in piazzale della Vittoria si riunirà il corteo che, sfidando le temperature rigide di questi ultimi giorni, sfilerà alla luce delle fiaccole lungo corso della Repubblica fino in piazza Saffi, quindi in corso Garibaldi fino sotto le finestre della Prefettura si terrà il discorso conclusivo.

 

A prendere la parola sarà solo un esponente dell'Anpi, mentre i leader locali del partiti di centro-sinistra resteranno tra il pubblico, per favorire la maggior mobilitazione possibile anche delle associazioni. "Si fa fatica a pensare che sia un errore tecnico", critica il decreto salva-liste Carlo Sarpieri, presidente dell'Anpi forlivese. E ancora, motivando la partecipazione della sua associazione: "E' una decisione che porta fuori dalle regole democratiche: in questo Paese è già successo in passato, per questo l'Anpi vuole fare sua questa battaglia".

 

 "Andiamo in piazza per difendere i principi della Costituzione", aggiunge Marco Di Maio, segretario del Pd forlivese. Molto duro anche Sauro Turroni, ex senatore dei Verdi: "Fino a questo punto non si era mai arrivati, e non credo che siamo arrivati in fondo". E se per Luciano Ruscelli (Federazione della Sinistra), il "governo farebbe meglio ad occuparsi della crisi economica", per Tommaso Montebello (Italia dei Valori) "ci potremmo ritrovare a dover ripetere le elezioni tra un anno, siamo stufi di vedere stravolti i diritti fondamentali". Aggiunge, da parte sua, Marisa Fabbri (‘Sinistra ecologia e libertà'): "Con questo provvedimento abbiamo la prova che i cittadini non sono tutti uguali: se una cosa del genere fosse successa ad un partito come il nostro si sarebbero ben guardati da fare un decreto".

 

Le adesioni alla manifestazione sono ancora aperte a tutti coloro i quali volessero aderire (è possibile farlo telefonando al numero 0543 33719). Fino ad ora hanno aderito alla manifestazione Cgil, Arci, Anpi, Mfe (Movimento federalista europeo), Ami (Associazione mazziniana italiana) e tanti singoli cittadini che stanno telefonando per manifestare il loro appoggio e la loro presenza all'evento. Dettagli sull'evento sono reperibili su due pagine Facebook. L'evento si svolgerà anche in caso di maltempo.

Commenti (17)

  • Avatar anonimo di davide24
    davide24

    Aggiungerei inoltre che, hanno anche tentato di dare la colpa (calunniando), ad ignoti radicali e comunisti di aver impedito l'accesso e quindi la mancata presentazione delle liste.. Poi ci tocca sentire Capezzone che, dopo il rifuto al Tar (perchè oltretutto il decreto è fatto male), parla di rischio democrazia. Nel frattempo in Senato invece di discutere dei problemi degli italiani, oggi si vota la legge sul "Legittimo impedimento" del premier. Povera Italia, spero di svegliarmi da questo brutto sogno.

  • Avatar anonimo di Marilena
    Marilena

    In democrazia il rispetto delle norme è fondamentale. Non è ammissibile che le regole siano rispettete solo da alcuni...Inoltre il Presidente della Repubblica, che è il garante della Costituzione, deve pensare a difenderla tutti i giorni. Cosa che non mi sembra stia avvenendo nei riguardi dell'Art.18 "Statuto dei lavoratori" con l'approvazione cd - collegato lavoro.

  • Avatar anonimo di DanieleB
    DanieleB

    Hanno combinato un pasticcio dimostrandosi incapaci di presentare una lista per poter essere sottoposta al voto degli elettori, poi con estrema arroganza di chi crede di comandare invece di governare un paese. Avrebbero dovutodi chiedere scusa pubblicamente ai propri elettori che non potranno votare la lista pdl per COLPA DEL PDL stesso e cercare con le altre forze politiche (in parlamento ci sono 5 partiti non 50) una soluzione che garantisse anche il rispetto di quelle liste che avevano adempiuto ai loro compiti in maniera corretta. Hanno deciso che (visto che comandano) per un decreto interpretativo che il tar a già rigettato. Insomma da una figura di m.rda si è ariivati al letamaio completo. E poi salta fuori dai sondaggi che la popolarità del governo è in calo, ma va chi lo avrebbe mai detto, sono riamasti in pochi a difendere l'INDIFENDIBILE e tra questi anche la Lega (alleata di governo).

  • Avatar anonimo di P.Kc.
    P.Kc.

    In passato sono state escluse liste elettorali per molto meno, addirittura perche avevano presentato più firme. Se il decreto salva liste non cambia la legge ma la interpreta giustamente, significa che in passoto quelle liste furono escluse ingiustamente, ora bisognerà risarcire il danno

  • Avatar anonimo di chri
    chri

    ormai alla sinistra non resta che "giocare" da sola per vincere. ihihih...patetici come quei polli che non sono riusciti a presentare la lista in orario. poveri noi !

  • Avatar anonimo di Federico
    Federico

    Qua si parla di regole violate solo per chi fa' comodo. Succede costantemente che qualcuno sbagli e rimanga fuori. Certo che ci sono gli elettori, che discorsi, ma se ci sono delle regole le devono rispettare tutti! Tra l'altro, che senso ha far governare una classe dirigente che ricorre a certi trucchetti,tipo prendere l'elenco telefonico e piazzare dei nomi, per governare?

  • Avatar anonimo di simy
    simy

    pagliacciata?non direi so che per certa gente è piu comodo mettersi in poltrona a vedere la raffaella fico perchè tanto finchè non viene fatto qualcosa che vi tocca direttamente state buonini. per me il pagliaccio è qualcun'altro.

  • Avatar anonimo di guerna
    guerna

    X J.Dorian Troppe regole però generano il caos prima o poi. E cmq condivido il pensiero del nostro Presidente della Repubblica, ma quantomeno avrei escluso la candidatura della Polverini. Invece la decisione del Tar verrà in qualche modo rovesciata e l'ennesima vergogna made in italy affosserà ulteriormente quel poco che resta della Costituzione. Una volta ci insegnavano: dura lex sed lex. Ora insegnano: dura lex, no problem! Tanto silvio c'è...

  • Avatar anonimo di democratico
    democratico

    la neve copre tutto, forse domani accadrà, ma poi si scioglie e tutto ritorna visibile...... purchè la gente sappia vedere e capire!!!!!! La divina provvidenza può aiutare a nascondere le "cacche" ma poi tornano alla luce e ben visibili se "il popolo non ha i paraocchi" o definitivamente accecato.

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Mi sembra una cavolata. le regole servono per vivere meglio e non si vive per le regole. Premesso che gli esponenti del PDL del lazio sono dei deficienti, andavano multati, e pesantemente. Gliela facevi pagare e fine. Il senso di quella regola è questo: avere firme è la prova che una lista è abbastanza seguita sul territorio per potersi sottoporre al giudizio di tutti. Pensi che il PDL non abbi almeno 3000 elettori nel Lazio ? ma via ...

  • Avatar anonimo di Luca
    Luca

    Se anche ne fa 40 di centimetri, è importante che queste persone vadano. Io tornerò apposta da Roma per esserci, bisogna essere in tanti. L'errore è pensare che sia una pagliacciata: il giorno in cui ci si accorgerà davvero che quello che avviene è grave, sarà troppo tardi.

  • Avatar anonimo di ciccio
    ciccio

    godo se fa 30 centimetri di neve!!che pagliacciata!!

  • Avatar anonimo di simy
    simy

    non ci sarà la neve per sempre--

  • Avatar anonimo di simy
    simy

    le regole esistono per essere rispettate e non aggirate,gli incompetenti devono rimanere fuori,ci sta che tutti possano essere liberi di votare,ma se han fatto confusione per delle liste vogliamo mettere far dei programmi..per carità

  • Avatar anonimo di luca.p
    luca.p

    ...mah perfino oscar luigi scalfaro ha ammesso che non era possibile non far votare gli elettori del centro dx...e non mi si verrà a replicare che scalfaro è un paracadute berlusconiano...ciò non toglie la figura da perecottari di certi esponenti politici del centro destra...

  • Avatar anonimo di schietto
    schietto

    Si vede che a te, pecoranera, piacciono i decreti interpretativi se la ritieni provvidenza divina ne vorrei due io, uno che se prendo una multa all'autovelox "interpreti" che andavo ai 50 e l'altro che se una squadra di calcio sta perdendo al 90' si "interpreti" che la partita debba durare 100 minuti

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    prevista neve per martedì sera !provvidenza divina?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -