Forlì, Fini incontra i vertici provinciali del Fli

Forlì, Fini incontra i vertici provinciali del Fli

FORLI' - Il presidente della Camera e leader di FLI, Gianfranco Fini, sabato pomeriggio a Bologna per una serie di iniziative di "Generazione Italia" e "Futuro e Libertà", ha incontrato in un ristorante in viale Lenin i coordinatori provinciali del partito di tutta l'Emilia-Romagna, in un vertice blindato e a porte chiuse che ha preceduto l'inaugurazione della sede regionale di Bologna di 'Futuro e liberta' per l'Italia' e il convegno nazionale dal titolo "Nasce per i giovani" che s'è svolto in un affollato teatro Manzoni.

 

All'incontro "faccia a faccia" con Fini era presente la delegazione forlivese composta dalla coordinatrice provinciale Elisa Petroni e dal consigliere provinciale Giordano Anconelli. Vivace scambio di battute fra Fini e la Petroni alla presenza dei coordinatori di Fli delle altre otto province della nostra regione.

 

"Presidente , proprio di questi tempi di bunga bunga e di tangenti, nonostante io sia laureata e con un impiego fisso e dedichi al partito il 90% del mio tempo libero, c'è chi mi ha rimproverato di essere giovane e politicamente inesperta.. che dico a queste persone?": ha esclamato Elisa Petroni al presidente della Camera. E Fini, letteralmente, le avrebbe risposto: "Meglio giovane e politicamente inesperta, seppure laureata, che vecchio e marpione...", secondo quanto riporta una nota dell'ufficio stampa del Fli.

 

Elisa Petroni e Giordano Anconelli hanno chiesto conferma della linea politica da seguire alle prossime elezioni amministrative di primavera e lo stesso presidente Fini e il coordinatore regionale Enzo Raisi hanno risposto che ogni circolo provinciale potrà godere della massima autonomia politico e organizzativa, scegliendo le alleanze caso per caso e secondo opportunità, coerenza e convenienza politica, ovviamente dovendone rispondere poi a giochi fatti, in base ai risultati ottenuti.

 

Elisa Petroni e Giordano Anconelli hanno ribadito la volontà di condurre in porto a Cesenatico, Gatteo, Bertinoro e Sogliano trattative con potenziali alleati senza subire dictat e con l'unica priorità di attuare programmi innovativi e avviare il ricambio politico, amministrativo e generazionale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -