Forlì, Forestale soccorre escursionista in difficoltà nel bosco della Lama

Forlì, Forestale soccorre escursionista in difficoltà nel bosco della Lama

Forlì, Forestale soccorre escursionista in difficoltà nel bosco della Lama

FORLI' - Soccorso dagli uomini del Corpo Forestale di Stato un escursionista 48enne di Savignano sul Rubicone. L'episodio è avvenuto domenica. L'uomo aveva approfittato della giornata di sole per fare un giro intorno alla Diga di Ridracoli. Per questo aveva lasciato la sua auto presso la frazione di Ridracoli per poi incamminarsi per il sentiero in sinistra della Diga che va verso San Paolo in Alpe e Campo Minacci, raggiungendo così dopo 13 chilometri il rifugio della ‘Seghettina'.

 

Senza sapere di preciso quanto ancora ci fosse da camminare e, già stanco, si è scoraggiato e aveva chiamato il 113 per chiedere aiuto, pensando di non poter ritornare da solo con le proprie forze. Subito è stata allertata la Sala Operativa 1515 del Corpo Forestale dello Stato di Bologna che ha avvertito immediatamente la pattuglia in servizio di emergenza ambientale 1515 del Corpo Forestale di Premilcuore del Coordinamento Territoriale per l'Ambiente del Parco Nazionale e, nello stesso tempo, veniva attivato il protocollo d'intesa per la ricerca di persone predisposto dalla Prefettura.

 

La pattuglia del Corpo Forestale è riuscita a contattare via telefono cellulare l'escursionista per individuarne la posizione e, tramite l'ottima conoscenza del territorio, è riuscita a raggiungerlo in poco più di un'ora con un mezzo fuori strada e riaccompagnarlo di nuovo alla sua auto verso le otto di sera. Il rifugio della "Seghettina", dove si era fermato l'escursionista, si trova a nemmeno la metà del percorso programmato per la giornata in quanto non esiste un sentiero che percorra il perimetro completo del lago.

 

"Grazie al protocollo d'intesa previsto dalla Prefettura si sono potute attivare celermente le ricerche e grazie anche all'ottima conoscenza del territorio, il personale CFS è riuscito a raggiungere in poco tempo la persona in difficoltà e riaccompagnarla alla propria auto prima di notte", ha esordito Giovanni Naccarato, Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Forlì-Cesena.

 

"Rinnovo l'invito alla prudenza da parte di escursionisti e cercatori di funghi, affinché vengano rispettate alcune semplici norme di sicurezza - ha proseguito -. Dotarsi di abiti adatti all'escursione in bosco specialmente le calzature, partire presto possibilmente in compagnia, portarsi dietro la carta dei sentieri, misurare bene la propria condizione fisica, programmare un percorso che consenta l'andata e il ritorno in tempo utile, lasciare detto il percorso che si intende fare, portare un telefono cellulare per chiamare in caso di difficoltà".    

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -