Forlì: frana a Corniolo, danni per un milione e mezzo di euro

Forlì: frana a Corniolo, danni per un milione e mezzo di euro

Forlì: frana a Corniolo, danni per un milione e mezzo di euro

SANTA SOFIA - Sopralluogo dei tecnici della protezione civile, assieme ai deputati della Lega Nord Gianluca Pini ed Angelo Alessandri, presidente della commissione Ambiente della Camera dei deputati, alla maxi-frana di Corniolo, che ha distrutto due case un pezzo di 280 metri della Bidentina. Secondo le previsione di Pini - la cui famiglia per altro è proprio originaria della frazione rimasta isolata, Corniolo,- è che serviranno circa un milione e mezzo di euro per mettere in sicurezza la frana e ripristinare i servizi.

 

"Abbiamo messo già disposizione 300 mila euro per gli interventi di urgenza", dice il deputato del Carroccio. Che lancia una proposta anche per la strada della Braccina: in attesa che la Provincia riesca a ripristinare in uno o due mesi la provinciale 4, almeno come pista in terra battuta a senso unico alternato, la proposta del leghista è quella di "mettere in sicurezza la strada della Braccina, asfaltarla per renderla transitabile ai camion e trasferirla alla Provincia, per renderla una strada alternativa normalmente percorribile", dice Pini. Per il deputato leghista "certi ambientalisti devono smetterla di considerarla una strada di passeggiate tra Corniolo e Premilcuore".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    Oh finalmente qualcosa di sensato da chi non ha paura di essere sotto giudizio!!! La Braccina è l'unica strada di collegamento!! é storica!Perchè non metterla in sicurezza ? Perchè da noi gli ambientalisti , della canzone di Celentano "il ragazzo della via Gluck" ne han fatto un movimento politico? Ma va....

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -