Forlì, furti in villa: la Polizia cattura tre albanesi

Forlì, furti in villa: la Polizia cattura tre albanesi

Forlì, furti in villa: la Polizia cattura tre albanesi

FORLI' - Esperti del furto in villa in manette. Si tratta di tre giovani albanesi di 34, 29 e 22 anni, i primi due non in regola col permesso di soggiorno. Gli agenti della PolStrada di Bologna, in collaborazione con i colleghi delle Volanti della Questura di Forlì, li hanno arrestati nel cuore della nottata tra lunedì e martedì al termine di un lungo pedinamento che si è concluso a Villanova, dove il terzetto si stava preparando a commettere i furti.

 

A tradire i ladri è stata l'ebbrezza della velocità. L'auto sulla quale viaggiavano, una "Alfa Romeo 156", è stata transitare a forte velocità nei pressi del casello di San Lazzero di Savena da una pattuglia in borghese della PolStrada. E' iniziato un lungo pedinamento, che si è concluso a Villanova. Qui i tre si sono divisi. Mentre uno provvedeva ad indossare i panni del "palo", gli altri due hanno visitato la zona residenziale, per poi uscirne dopo circa un'ora.

 

Quindi sono risaliti a bordo dell'Alfa, ripartendo in direzione Forlì. Ma la vettura è stata immediatamente bloccata da una Volante della Questura di Corso Garibaldi. All'interno sono stati trovati monili in oro, collane, bracciali, spille, anelli ed un orologio da polso, oltre a 150 euro, un coltello a serramanico e attrezzi da scasso. Gli agenti hanno poi individuato almeno tre ville dove i ladri avevano forzato la serratura o tentato di farlo.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al momento non sono ancora stati individuati i proprietari della refurtiva. Per i tre l'accusa è di tentato furto aggravato in abitazione. Per uno di loro è scattata anche la denuncia per possesso ingiustificato di armi. Solo una ventina di giorni fa, alcune di queste abitazioni erano state "visitate" con la stessa tecnica. Gli inquirenti non escludono che ad agire sia stata la stessa banda. L'operazione, denominata "Free Access", è stata seguita dal pm Filippo Santangelo.

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di franco61
    franco61

    Non riesco propio ad essere così buono come Matteo, proprio non ci riesco. Non vanno mica a rubare roba da magiare questi qua, cosa che non conviderei comunque, ma potrei capire. La storia è sempre la stessa: quando ci sono dei furti e sappiamo essere tantissimi, di mezzo ci sono sempre rumeni ed albanesi. La nostra terra non è più la stessa e neppure noi siamo più le stesse persone ospitali e generose come fino a pochi anni fa, perchè a forza di vedere come si comporta sta gente e cosa noi, inteso come paese Italia, facciamo a chi delinque NON NE POSSIAMO PIU', siamo diventati sospettosi, più chiusi e, per forza, anche un pò razzisti. I delinquenti e quelli che vogliono fare i padroni a casa degli altri VANNO RIMANDATI A CASA LORO. Al contempo i locali che assumono persone in nero, affittano in nero, vanno severamente puniti alla stregua di chi delinque. BASTA SOLO LA VOLONTA' DI FARLO. Legalità e rispetto debbono essere sempre i punti imprescindibili da cui partire sensa se e senza ma, poi si può affrontare tutto il resto

  • Avatar anonimo di MatteoUlivi
    MatteoUlivi

    Ragazzi ma quanta gente ho visto arrampicata sulle gru perchè non veniva pagata dai datori di lavoro, che sfruttano questi poveretti per poi piantarli in asso dato che sono ignoranti e non si sanno difendere. Allora pensate cosa sia più facile, trovare un lavoro per tirare a campare sempre con la paura di non venire pagati, oppure a questo punto rischiare, perchè badate che molti di questi ladri hanno anche una famiglia. Un reato così grave non si giustifica in nessun modo ma chi ha perso anche l'ultima speranza cosa può fare? E' più complicato di quello che sembra e di certo non condivido risposte scontate.

  • Avatar anonimo di aaa
    aaa

    Caro Matteo se vuoi puoi farli venire a rubare a casa tua,io ho già subito 2 furti da queste brave persone che secondo te non vengono integrati per il periodo di crisi.Secondo me il problema è che sono dei delinquenti senza nessuna voglia di integrarsi....e non mi tirare fuori la crisi...molte persone ne accusano le conseguenze ma non vanno di certo a rubare.Ripeto va bene l'integrazione mi dimostri di avere casa e lavoro ,rispetti la legge e la nostra cultura rimani ma alla prima c.....a ritorni da dove sei venuto

  • Avatar anonimo di beppe70
    beppe70

    Matteo.... l'erba di cui parli, forse era avariata, è bene farne un uso limitato. NULLA giustifica l'andare a rubare "o peggio" in casa della gente. Dove trovi la lucidità intellettiva x difendere a prescindere. La cosa ancor + grave è che di sicuro sono già liberi di agire sul ns territorio, non finirò mai di ringraziare i ns ragazzi in divisa che si impegnano e rischiano la vita, e, caso mai gli mollano un sberla vanno nei guai. dulcis in fundo se il proprietario della casa reagiva all'intrusione in maniera ritenuta eccessiva cogliendoli in fallo, era lui ad andare in galera, e questo ti sembra giusto ??? Ringrazio le pagine di Romagnaoggi.it x urlare il mio sdegno.

  • Avatar anonimo di MatteoUlivi
    MatteoUlivi

    Non facciamo di tutta l'erba un fascio, è facile giudicare con la solita facile e infelice battuta sui stranieri. La verità e che l'integrazione sopratutto in periodo di crisi è molto difficile e le condizioni economiche basse rendono tutto ancora più complicato, non come i tuoi che ti hanno coperto il sedere tutta la vita.

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Finalmente, non se ne può più, non si può vivere nel terrore in casa proprio. Peccato che probabilmente saranno già liberi di continuare a delinquere. Almeno adesso possiamo dire che ci avevamo visto giusto: si trattava dei soliti extracomunitari.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -